Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "l'idea è quella di un dicembre davvero invernale, anche nevoso"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 6 Novembre 2019, ore 09.14

REDAZIONE: le proiezioni stagionali del modello americano per il momento sembrano aver tracciato la via maestra per capire che direzione potrebbe prendere la fase iniziale della stagione invernale in Italia.
GROSSO: meglio andare cauti con queste affermazioni, tuttavia è vero che se il tempo prende una piega, cioè raggiunge un equilibrio con una certa configurazione barica, tende poi a mantenerla a lungo.


REDAZIONE: dunque?
GROSSO: dunque è probabile che la piega perturbata di novembre, pur tra qualche pausa, possa ripresentarsi anche a dicembre con risvolti decisamente più invernali, prima che il vortice polare sotto Natale diventi la solita trottola impazzita, soffocando le velleità del Generale Inverno alle nostre latitudini. Sino ad allora potrebbe affluire aria artica marittima, in grado di portare anche nevicate a quote basse e non solo al nord, se parte del freddo passasse dalla valle del Rodano. Mi riferisco ad esempio alla Toscana, ma anche ad Umbria e Lazio, meno all'Adriatico con questo tipo di circolazione, ma la proiezione si può fare solo per dicembre, non vado oltre ed è solo una considerazione rispetto a quanto si osserva da certe mappe e taluni indici. 

REDAZIONE: l'Italia si appresta a vivere due delicate fasi di maltempo. Cosa sta per succedere?
GROSSO: che saremo interessati da ben due depressioni mediterranee, la prima nella giornata di venerdì e la seconda tra domenica e lunedì: naturalmente in questi casi la stazionarietà dei fenomeni su alcune regioni del nord, i violenti temporali marittimi che potrebbero colpire il Tirreno, potrebbero creare qualche problema di allagamenti o smottamenti, ma la diminuzione delle temperature prevista sulle Alpi porterà molta neve dalle quote medie, facendo drasticamente diminuire il rischio di esondazione di fiumi e torrenti, perché molta dell'acqua caduta sarà trattenuta a monte in forma solida.

REDAZIONE
: tutto il mese potrebbe proseguire cosi?
GROSSO: sicuramente tutta la prima parte SI, in seguito sembra possibile, in particolare all'inizio della terza decade, che la corrente a getto acceleri spingendo verso di noi almeno per qualche giorno l'anticiclone delle Azzorre e dunque regalandoci una fase di stabilità, dalla durata al momento imprecisata. Anche qui però siamo solo nel campo delle ipotesi. E' il modello americano che parla, ma non è detto che ci dica tutta la verità.

REDAZIONE: la colpiscono queste intense e curiose fulminazioni novembrine in Valpadana?
GROSSO: no, perché si era accumulata molta energia inespressa durante i mesi precedenti e perché oltretutto sino alla metà di novembre i temporali non sono poi così rari al nord, mentre costituiscono ancora la normalità al centro e al sud. Ascoltare il fragore del tuono in autunno oltretutto è decisamente esaltante per chi adora i fenomeni atmosferici.
 


Autore : Redazione di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum