Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "i modelli si rimbalzano a vicenda la palla dell'inverno"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 16 Gennaio 2015, ore 09.29

REDAZIONE: cosa succede alla stagione, dove sta andando, potremmo definirla l'incompiuta?
GROSSO: eh, i modelli si rimbalzano a vicenda la palla dell'inverno, abbassando ed alzando le termiche in quota in modo alquanto imbarazzante anche per i previsori. In realtà un filo conduttore c'è: le correnti nord atlantiche, che però non possono fare miracoli, se non portare un po' di freddo moderato e qualche nevicata che, solo in casi particolari e in caso di reiterati afflussi o dopo situazioni favoniche, cioè caratterizzate da un afflusso di aria secca, può portare la neve anche in pianura.
 
REDAZIONE: e queste correnti continueranno a dominare?
GROSSO: almeno sino al 25 gennaio SI. Il modello europeo prevede però un'evoluzione molto interessante anche in prospettiva futura, nel senso che l'attenuazione della zonalità dovrebbe portare comunque ad un graduale raffreddamento dell'est europeo e questo potrebbe farsi vivo anche ad ovest, qualora le depressioni mediterranee seguitassero ad insistere per giorni, così come peraltro è previsto. Al momento questa è l'opzione più invernale che stamani riusciamo a vedere dalle carte.

REDAZIONE: molti lettori ci chiedono come mai i modelli nel lungo termine tendano sempre a prevedere scenari estremi che poi quando si accorcia la distanza temporale si ridimensionano in maniera impressionante.
GROSSO: in effetti questo è un po' il limite della modellistica a lungo termine, che resta comunque un validissimo strumento per cogliere i grandi movimenti delle figure bariche che, anche in questa occasione, come già a Natale, sono stati colti con oltre 10 giorni di anticipo. Che poi una depressione sia più o meno profonda o punti più ad est o ad ovest di 200-300km ci sta, chi ci segue da 3 lustri sa che le saccature un giorno si collocano a Madrid e il giorno dopo a Parigi o addirittura a Berna, sta al previsore cogliere lo scenario più probabile, questa è la vera sfida.

REDAZIONE: Alpi ed Appennini faranno il pieno di neve nei prossimi giorni?
GROSSO: beh, diciamo che non mancheranno occasioni per osservare nevicate un po' su tutti i rilievi, ma mentre in Appennino tenderanno a prevalere avvezioni miti importanti, nelle Alpi l'isoterma di zero gradi resterà una costante almeno sino al 25 gennaio e questa è già una grossa notizia, dunque laddove le nevicate non fossero soddisfacenti, per le piste si potrebbe ovviare con i cannoni.
 


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum