Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Grosso: "godiamoci un po' di primavera all'aperto, il destino dell'anticiclone è incerto"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 12 Aprile 2013, ore 14.50

REDAZIONE: sembra arrivato il momento del vero cambiamento stagionale.
GROSSO: si finalmente potremo goderci un po' di primavera e soprattutto un po' di luce, quella che è mancata per tanti mesi. Sembravamo in Scandinavia da quanto la luce del sole è risultata assente per intere settimane. Tutto questo influisce sulla psiche, specie dei bambini più piccoli, degli adulti e degli anziani, mentre ai giovani questa atmosfera un po' dark in fondo può anche piacere. Comunque sia si sta per voltare pagina.

REDAZIONE: raggiungeremo valori estivi?
GROSSO: anche se non sperimenteremo i valori della Penisola Iberica, farà abbastanza caldo durante le ore pomeridiane, anche se difficilmente si ripeteranno le performances termiche dell'aprile del 2011. La prossima settimana sarà comunque votata al caldo e sicuramente tutti si alleggeriranno pesantemente nell'abbigliamento. Si faranno sentire maggiormente le allergie, che quest'anno sono in ritardo, giacchè il risveglio vegetativo è risultato molto più lento rispetto ad altre annate, e diverse zone presentano ancora un aspetto quasi completamente invernale.

REDAZIONE: un sole forte che filtra senza lo schermo del fogliame scalderà ancora di più le aree urbane?
GROSSO: certamente, per questo spesso le ondate di calore premature che giungono tra marzo ed aprile risultano spesso intense in città a clima continentale. Giocano a favore anche eventuali influssi favonici, che in questo periodo tendono ancora a riscaldare ulteriormente le zone pianeggianti, la mancanza di un'attività cumuliforme in grado temporaneamente di oscurare il sole e appunto la scarsa presenza di fogliame nei parchi cittadini, non solo polmoni verdi, ma autentici serbatoi di frescura.

REDAZIONE: la domanda sorge spontanea, quanto durerà?
GROSSO: l'idea è che durante la terza decade del mese l'anticiclone possa essere bucato da est da masse d'aria fredda, giacchè i suoi massimi tenderanno a migrare verso nord, verso la Scandinavia, un altro classico di questo periodo, perchè proprio verso fine aprile e nella prima decade di maggio la primavera tende ad esplodere anche nel nord Europa e uno SCAND+, cioè una figura anticiclonica su quella zona in questo periodo, è un segnale per loro di grande stabilità. Per noi invece è una manovra utile a tirare un po' il fiato, altrimenti si arriverebbe all'estate senza più alcun break piovoso, perchè è assolutamente necessaria un po' d'alternanza; ora tutti invocano il bel tempo, ma sono sicuro che al primo caldo cominceranno a lamentarsi facendo ricorso ai soliti luoghi comuni: non esistono più le mezze stagioni! Invece proprio questo movimento dell'anticiclone potrebbe consentirci di vivere pienamente la mezza stagione, non di tramutare la primavera direttamente in estate, senza averla quasi vissuta. Quindi ci sta.

REDAZIONE: è vero che maggio potrebbe risultare instabile e abbastanza fresco?
GROSSO: sembrerebbe proprio così, almeno a giudicare dalle ultime proiezioni che abbiamo già pubblicato su MeteoLive e che derivano da un nuovo modello stagionale sperimentale.


Autore : Redazione di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum