Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "dicembre mite? E' anche colpa della Nina, ma attenti..."

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso, caporedattore di MeteoLive e previsore responsabile.

In primo piano - 3 Dicembre 2007, ore 11.09

REDAZIONE: allora Grosso, si fa dura per l'inverno, la circolazione oceanica mite sembra prevalere su tutto GROSSO: in questa fase la corrente a getto prosegue la sua corsa lanciata favorendo solo deboli ondulazioni che finiscono per scatenare molto vento (essenzialmente lungo le coste e in alta quota) prima e dopo il passaggio delle perturbazioni senza che queste possano incidere veramente sul tempo del nostro Paese in termini di precipitazioni. Con l'alta pressione, peraltro resa probabilmente ancora più forte e longeva dalla Nina, stirata dal getto stesso verso il Mediterraneo, con la linea di convergenza subtropicale più alta della media, è logico attendersci conseguenze del genere: poco freddo, tempo molto variabile, qualche pioggerella, neve abbondante sui versanti esteri delle Alpi ma a quote un po' altine e brevi episodi di foehn sui versanti sottovento. REDAZIONE: il tempo oltretutto è pigro e se trova un equilibrio tende a mantenerlo, quando potrebbe esserci una svolta? GROSSO: dobbiamo guardare innanzitutto alla NAO, la North atlantic oscillation che mostra di voler rimanere positiva ancora per un po', segno di una forte differenza di gradiente tra il nord ed il sud del Continente, tutto ciò provoca un'accelerazione della corrente a getto con le perturbazioni atlantiche che fanno la barba alle Alpi. Al momento non si prevede alcuno SCAND+ nè un EA-, cioè non viene ipotizzata la formazione di un anticiclone scandinavo, nè sull'Inghilterra, che possa in qualche modo frenare questa irruenza del getto ed indirizzare i corpi nuvolosi alle latitudini più basse. Inoltre stiamo sempre vivendo da oltre 10 anni una fase di AMO positiva con anomalie positive nella temperatura dell'oceano atlantico e questo confermerebbe la scarsa tendenza alla penetrazione nell'area mediterranea delle perturbazioni atlantiche. Ma attenti però: l'indice AO evidenzia ancora valori tendenzialmente negativi che fanno pensare ad un'anomalia di pressione positiva sull'artico e negativa alle medie latitudini. REDAZIONE: in questo caso si formerebbe un anticiclone in sede polare che porterebbe il vortice polare stesso ad uno splittamento, vero? GROSSO: esatto, una divisione per dirla all'italiana. Un vortice diviso è come una mela tagliata dal cuoco, collassa in tante fette verso il basso, cioè in questo caso verso le basse latitudini provocando magari l'arrivo dell'inverno attenuando il divario barico tra le varie latitudini e ponendo fine ai bollenti spiriti della corrente a getto. REDAZIONE: e questo quando potrebbe avvenire? GROSSO: credo a gennaio, quando magari la concomitante presenza di una Quasi Biennal Oscillation fortemente negativa, meglio nota come oscillazione quasi biennale dei venti stratosferici equatoriali, potrebbe favorire episodi di questo tipo e il sole ci aiuta in questo senso perchè è in una fase tranquilla. L'indice va considerato sempre in concomitanza con la fase solare. Una QBO del genere disturba la circolazione Brewer-Dobson, cioè un meccanismo di di scambio di calore tra poli ed equatore e crea problemi anche al Vortice Polare Stratosferico. REDAZIONE: lei dunque fa riferimento ad un possibile strat-warming? GROSSO: beh, con una congiuntura simile, non è reato ipotizzarlo. per la verità gli strat-warming sono normali in inverno ma un grosso strat-warming con conseguenze in Europa potrebbe davvero far parlare di sè. REDAZIONE: dicembre invece ormai votato al tempo mite? GROSSO: salvo qualche oscillazione un po' più marcata con qualche precipitazione in più sull'Italia, credo che la piega semi-anticiclonica mite prevarrà ancora, ma spero di sbagliarmi, c'è sempre bisogno di pioggia e di neve in Italia.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.13: A14 Ramo Casalecchio

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio (Km. 0,8) e Allacciamento A..…

h 16.06: A14 Ancona-Pescara

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa ripristino incidente nel tratto compreso tra San Benedetto Del Tronto (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum