Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "arriva un po' di normalità invernale, forse anche con NEVE su diverse regioni"

Scampoli di normalità invernale in una stagione davvero bizzarra.

In primo piano - 20 Gennaio 2014, ore 13.15

REDAZIONE: qualcuno ci dice di fare attenzione all'anticiclone russo, perchè potrebbe facilmente interagire con le perturbazioni atlantiche appena le intense correnti occidentali onduleranno e freneranno maggiormente.
GROSSO: al momento riteniamo ancora più probabile questo gioco di sponda Atlantico-Azzorre, con affondi reiterati anche se non sempre vincenti delle saccature atlantiche sino a tutta la prima decade di febbraio. Come ho ricordato stamane in un articolo sulla corrente a getto, ci sarà una frenata anche più importante di quella che non vedono attualmente i modelli e l'Italia finirà coinvolta sovente dalle depressioni.

REDAZIONE: in che modo?
GROSSO: saremo ai margini dell'alta pressione, ma di tanto in tanto, una maggiore ondulazione delle correnti favorirà peggioramenti in grado di coinvolgere tutto il Paese e con possibili nevicate di addolcimento al nord e nelle zone interne del centro a quote basse, altre volte le correnti da nord-ovest porteranno i fenomeni velocemente a spasso per il Paese, favorendo nevicate in Appennino ed innescando invece venti di foehn sottovento alle Alpi.

REDAZIONE: non le sembra una situazione che solitamente si vedeva a fine novembre, inizi di dicembre, cioè tardo autunnale?
GROSSO: si ma è comunque un passo avanti rispetto alle condizioni attuali ed in fondo una boccata d'ossigeno per il nostro centro-sud e per il Mediterraneo che ha davvero bisogno di raffreddarsi un po', onde evitare poi grossi problemi nel prosieguo della stagione, come già evidenziato molte volte in questi ultimi giorni.

REDAZIONE: il sud delle Alpi che ride per l'abbondanza della neve, il nord delle Alpi che piange, non è un po' insolito?
GROSSO: infatti, questo è un punto a favore di questo "inverno" sul nostro Paese. Non dimentichiamoci che per molte stagioni l'inverno è stato avaro di neve a sud delle Alpi. Nonostante un getto molto tirato, sull'Italia sono comunque riuscite a farsi largo diverse saccature, in un inverno stile fine anni 80 o 90, questo non sarebbe successo.

REDAZIONE: i sostenitori del global warming antropico sostengono che il vortice polare in difficoltà degli ultimi anni sia un segno tangibile del riscaldamento del Pianeta, la vivacità di quest'anno li avrà sorpresi? Che significato ha?
GROSSO: primo che le logiche del tempo ci sfuggono ancora ampiamente, secondo che il clima non si può imbrigliare in schemi fissi, terzo che se un ridimensionamento del vortice polare poteva davvero far pensare che 2+2 facesse quattro, cioè che il riscaldamento del clima potesse contribuire a diminuire la forza di questo potente vortice, la stagione attuale dimostra che, o il processo è molto più lento di quanto vogliano farci credere, oppure 2+2 non fa più quattro, almeno in meteorologia. 

REDAZIONE: per chiudere, assisteremo a qualche nevicata sino in pianura entro i primi di febbraio?
GROSSO: potenzialmente c'è più di una possibilità, aspettiamo di vedere gli incastri barici tra lunedì 27 e venerdì 31 per dirlo.


Autore : Redazione di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum