Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "adesso forse tutti hanno compreso i rischi di una stagione troppo calda"

Tradizionale intervista ad Alessio Grosso.

In primo piano - 13 Agosto 2015, ore 08.44

REDAZIONE: gran caldo e fenomeni estremi, allora i conti tornano.
GROSSO: i fenomeni estremi in realtà possono verificarsi anche in uno scenario climatico opposto, cioè in un contesto molto freddo e mare tiepido. In pratica più il clima è estremo più lo saranno anche i fenomeni, ma questo non significa che non possano comunque verificarsi anche in momenti climatici "normali".

REDAZIONE: un'estate così potente ed estesa a molte zone del Continente però si era vista solo nel 2003.
GROSSO: nel 2003 i picchi massimi su diverse zone sono risultati più elevati, ma anche in questa incredibile stagione, in particolare a luglio, non sono mancati picchi da record, persino nelle ore notturne. Questo testimonia ancora una volta quanto l'accumulo di calore nelle aree urbane ormai sempre più estese e cementificate possa nuocere alla salute della popolazione. L'ha descritto molto bene in questo articolo il collega Giuseppe Tito. http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/il-cambiamento-climatico-lo-abbiamo-fotografato-/50861/
  
REDAZIONE: a chi vogliamo dare la colpa?
GROSSO: che l'anticiclone africano nell'ultimo ventennio sia risultato sempre più invadente è cosa risaputa, pur ad intervalli. Che la cella di Hadley si sia spostata verso nord è altrettanto chiaro, ma quest'anno ha giocato un ruolo fondamentale la spinta del Monsone di Guinea che ha spinto molto più a nord la cintura degli anticicloni subtropicali. Infine c'è da considerare, sia pure più marginale, l'azione dell'Enso, che si è intensificato notevolmente nell'ultimo periodo. L'anticiclone delle Azzorre invece "dorme" semplicemente perché le correnti zonali atlantiche fanno lo stesso e non lo spingono verso di noi.

REDAZIONE: molti volevano un'estate calda che riscattasse quella davvero instabile e sin troppo fresca dello scorso anno.
GROSSO: molti però avranno capito quali rischi si corrono quando una stagione diventa tremendamente calda. Il mare si scalda eccessivamente e anche in piena estate, appena fa il suo ingresso una corrente instabile, possono manifestarsi fenomeni molto intensi, che solitamente siamo abituati a sperimentare in autunno. L'origine di questa estremizzazione parte però dalla stagione fredda, che è ancora una volta ha lasciato ampiamente a desiderare. Se il mare non si raffredda e resta tiepido per buona parte dell'anno e poi diventa un brodo in estate, la fenomenologia potrà diventare ancora più estrema in futuro. 

REDAZIONE: e adesso dovremo aspettarci altri eventi simili a breve?
GROSSO: sino a novembre d'ora in poi nessuno si senta al sicuro, specie lungo le coste. Il mare caldo produce temporali marittimi cattivissimi.

REDAZIONE: e la crisi dell'estate sarà passeggera?
GROSSO: è quello che stiamo cercando di capire...Ad oggi sembrerebbe una crisi seria, ma come ho detto ieri, ai modelli piace cambiare...
 


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum