Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GRANDE CALDO sul Mediterraneo; eccone spiegate le ragioni

Come mai gli anticicloni sono riusciti ad espandersi nella fascia delle medie latitudini con questa facilità? Proviamo a fornire una risposta.

In primo piano - 8 Agosto 2017, ore 10.15

Al fine di spiegare per quali ragioni l'anticiclone africano risulti così influente sulla circolazione atmosferica d'Europa, bisogna guardare molto lontano; più precisamente bisogna spingere il nostro sguardo all'attività del Monsone del Sahel. Ebbene sempre più spesso negli ultimi anni assistiamo ad un rialzo del limite settentrionale del Monsone sulla parte occidentale del continente africano, abbiamo così zone di clima tipicamente desertico che ricevono quantitativi elevati di pioggia, la fascia climatica sub-sahariana compresa tra Senegal, Mauritania e parte dell'Algeria, le precipitazioni legate all'attività del Monsone si spingono diverse centinaia di chilometri nell'entroterra, su questi settori i deserti diventano più fertili, il terreno ritorna coltivabile e si arricchisce in umidità, favorendo valori termici meno elevati.

Le fasce anticicloniche subtropicali si ritrovano quindi spodestate dalla loro sede originaria e sono costrette a migrare di latitudine verso la fascia di clima temperato nella quale rientrano anche il nostro mar Mediterraneo ed i settori meridionali d'Europa. Risultato? Una attività anomala degli anticicloni sul nostro continente, frequenti anomalie negative della pioggia (sino al 40% in meno), anomalie consistenti della temperatura con scarti superiori alla norma di diversi gradi.

Dando uno sguardo alla mappa qui proposta che mette in relazione la posizione della ICTZ, cioè della Zona di Convergenza Intertropicale che divide le due celle di Hadley, mostra un anomalo rialzo di tale convergenza sull'Africa occidentale che può essere spiegato soltanto dall'attività del Monsone che è stata in grado di spingersi molto più a nord della media. Nelle prossime settimane, contestualmente con l'accorciarsi delle giornate e l'avanzamento della stagione lentamente verso le prime dinamiche di tipo autunnale, il Monsone del Sahel è previsto in fisiologico ritiro verso sud, favorendo sul Mediterraneo una minore attività delle fasce anticicloniche subtropicali. 

Tenetevi sempre aggiornati su METEOLIVE.IT


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.54: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Recco (Km. 22,8) e Allacciamento A7 Mi..…

h 21.49: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Faenza (Km. 64,5) e Imola (Km. 50,1)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum