Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GRANDE CALDO: quali regioni si scalderanno maggiormente nel corso della settimana prossima?

Una nuova rimonta d'aria calda tornerà a coinvolgere il nostro Paese già nel corso di questa settimana, presentandosi dapprima al meridione, poi anche al nord. Vediamo quando e dove potranno manifestarsi le temperature più elevate.

In primo piano - 31 Luglio 2015, ore 11.50

Dopo l'effimera parentesi di frescura oceanica che per un breve periodo ha interessato i settori settentrionali d'Italia, l'alta pressione rimpolpata d'aria calda africana, tornerà a visitare il Mediterraneo, riportando valori termici sopra la media. Ad essere più precisi, il campo di pressioni alte e livellate facente capo l'anticiclone africano, non ha mai abbandonato la scena neppure in questi giorni, diciamo che l'aria più fresca atlantica ha semplicemente tentato di "scalfire" quello che sinora si sta comportando come una barriera super-corazzata costruita dall'alta pressione africana che, con tutta probabilità, difficilmente riuscirà ad essere violata, almeno sino a quando non interverrà un cambio d'assetto stagionale

Ci ritroviamo così a commentare una condizione anticiclonica che promette di durare ancora molte giornate consecutive, interessando un po' tutti i settori italiani e riportando valori termici superiori alla media del periodo. Sull'Italia per gran parte della prima decade di agosto, tornerà a gravare la ragguardevole isoterma di +20°C alla quota di 850hpa (circa 1500 metri), il che significa che a livello generale la colonnina di mercurio tornerà su valori abbondantemente superiori i +30°C nelle zone interne e lontane dal mare. Il traguardo dei +40°C potrà vedersi soprattutto nelle zone interne di Sicilia e Sardegna, ma non mancheranno elevati valori di calura anche lungo le coste, parzialmente tamponati dall'intervento delle brezze, a scapito però di un maggior tasso di umidità relativa. 

Da segnalare anche l'attenuazione del vento che si verificherà nei prossimi giorni, il ritiro della circolazione oceanica che per il momento interessa le regioni settentrionali, porterà infatti ad un fisiologico aumento dell'indice di calore e del fastidio legato al caldo. In buona sostanza l'atmosfera tornerà ad essere stagnante, venendo meno un efficace ricambio d'aria tra un giorno e l'altro. Di questo importante cambiamento se ne accorgeranno soprattutto gli abitanti delle regioni settentrionali. Il picco di calore sarà con tutta probabilità riservato alla Sardegna che andrà sperimentando per gran parte della prossima settimana, valori termici alla quota di 850hpa compresi tra +20°C e +25°C. Sarà anche la regione che si giocherà le maggiori chances d'avere picchi termici localmente superiori i +40°C. 

Altrove i valori oscillerebbero tra i +35/+37°C delle regioni centrali e meridionali, +33/+35°C al nord. Valori più bassi lungo le coste, generalmente attestati attorno +28°C/+30°C ma accompagnati da alti valori di umidità relativa e quindi condizioni di caldo afoso

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.15: A1 Roma-Napoli

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Colleferro (Km. 592,5) e Ceprano (Km. 643,3) in entrambe..…

h 04.07: A14 Pescara-Bari

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Vasto Sud (Km. 454,6) e Termoli-Molise (Km. 477) in entrambe le d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum