Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Golfo del Messico, staffetta di uragani all'attacco dei Caraibi

Sono ben tre i centri nevralgici che stanno sorvolando le calde acque del golfo del Messico. Vediamo traiettorie e conseguenze

In primo piano - 29 Agosto 2008, ore 09.48

Si apre ufficialmente la stagione degli uragani alle latitudini tropicali del nostro emisfero. Al momento sono ben cinque i centri nevralgici che ruotano minacciosi in attesa di partire come palle da biliardo impazzite verso le loro buche. Ebbene ben tre di questi sono concentrati nel Golfo del Messico, a riprova delle acque calde che giacciono in loco, laddove prende vita il "Nastro Trasportatore Atlantico", alias la celeberrima Corrente del Golfo. E proprio in questo golfo salta subito all'occhio la scia sinistra di Gustav il terribile. Dopo aver seminato la sua furia sulle coste sud-occidentali dell'isola di Haiti e sulla Giamaica, ora il grande vortice prosegue il suo cammino al largo delle coste meridionali cubane puntando direttamente la Louisiana non senza aver "accarezzato" la punta estrema dello Yucatan. Il suo viaggio sulle calde acque del mar dei Caraibi lo pomperà ulteriormente fino a portarlo alla categoria 3 tra il 31 agosto e il 2 settembre, data in cui i venti potrebbero raggiungere picchi di oltre 100 nodi, 185 km/h. New Orleans, ancora scossa per lo scioccante e indimenticato passaggio di Katrina, trema. Parallelo a Gustav scorre la sua gentile consorte "Hanna". Gentile perchè la sua potenza non dovrebbe superare la categoria 1, i venti massimi i 65 nodi, 120km/h e il suo percorso non intersecherà terre abitate, sfogandosi in mare aperto al largo delle Bahamas anch'esso intorno all'1 - 2 di settembre. Altro ricciolo nuvoloso dall'aria minacciosa scorre al momento lungo le coste centrali messicane con perno a ridosso della costa orientale nei pressi della città di Veracruz. Al momento il vortice denominato "Invest" è classificato come "tropical depression", ossia depressione tropicale e i suoi venti non superano i 30 nodi, dunque non desta particolare preoccupazione. La struttura inoltre è prevista in fase di ulteriore indebolimento. In pieno Atlantico e a ridosso delle coste senegalesi nel frattempo, si stagliano altri due nuclei di intensa attività temporalesca che si pensa possano avere rispettivamente una discreta e una buona probabilità di trasformarsi in tempeste tropicali e, in seconda istanza, forse in un uragani. Entrambi tenderanno nelle prossime ore a mettersi in viaggio verso ovest seguendo la traiettoria dei colleghi che li hanno preceduti. Riusciranno a fare il loro ingresso nella calda piscina caraibica? Come dire, la staffetta continua.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum