Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gli scambi meridiani tornano ad essere protagonisti del palcoscenico atmosferico europeo

Uno sguardo all'evoluzione atmosferica attesa sul nostro Paese entro i prossimi 7-10 giorni: una circolazione di tipo MERIDIANO ritorna protagonista d'Europa.

In primo piano - 29 Marzo 2016, ore 19.00

Quanto previsto quest'oggi nel periodo compreso tra la fine di marzo e l'arrivo della prima decade di aprile, mette in evidenza un quadro previsionale ormai condizionato da quella che potremo definire come "crisi della corrente a getto". In buona sostanza un forte rallentamento della Jet Stream derivante dal collasso definitivo del Vortice Polare in troposfera, dopo un inverno trascorso sotto momenti di grande tonicità.

Quale la conseguenza più immediata?

Una ripresa degli scambi meridiani che porterà la partita dell'atmosfera a giocare non più lungo i binari della zonalità, cioè di una circolazione occidentale dei venti d'alta quota, bensì da una dinamica plasmata da imponenti scambi meridiani.

Ne avremo un esempio già nei prossimi giorni, quando l'approfondimento di una vistosa circolazione di BASSA pressione a cavallo tra il Mediterraneo centro-occidentale ed il continente nord-africano, sarà causa di un richiamo assai vigoroso e consistente d'aria calda subtropicale che riuscirà a spingersi sino alle nostre latitudini.

Avremo pertanto masse d'aria fresche/fredde di estrazione oceanica che porteranno un raffreddamento consistente della temperatura sin verso alcuni settori del deserto sahariano (Algeria e Marocco), mentre un forte rialzo termico caratterizzerà i settori centro-orientali del Mediterraneo, investendo anche una buona fetta d'Italia che sarà caratterizzata da una risalita delle temperature ben oltre la media di riferimento stagionale.

Anche volgendo lo sguardo alla prima decade di aprile, sembrano rinnovarsi le condizioni ideali ad un "affossamento" ripetuto e recidivo delle circolazioni cicloniche oceaniche poco ad ovest dell'Italia (Francia - Penisola Iberica e Marocco), con l'Italia che verrebbe a ritrovarsi spesso e volentieri lungo il lato ascendente delle saccature. La circolazione meridionale dei venti, determinerebbe un profilo termico generalmente superiore alle medie del periodo, con picchi di caldo possibili soprattutto al sud. 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.34: Roma Via Tiburtina

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra A90 e Via del Casale di San Basi..…

h 07.34: Corso Regina Margherita(TO)

coda

Code nel tratto compreso tra Corso Regio Parco e Rondo' Forca in direzione Tangenziale Nord Di To..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum