Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gli eventi estremi? Nel 2006 sono diminuiti, bilanci da record per le assicurazioni

Meno catastrofi nel 2006, gli assicuratori fanno festa.

In primo piano - 9 Marzo 2007, ore 10.34

A qualcuno gli allarmi sul clima fanno decisamente bene, agli assicuratori ad esempio. Lo si ricava dal bilancio Sigma, reso noto l’8 marzo dal riassicuratore zurighese Swiss Re (la riassicurazione consiste nell’assicurare altre società assicurative). Il 2006 infatti ha visto un notevole calo in danni e vittime provocati da catastrofi naturali. Agli assicuratori le calamità naturali sono costate 11,8 miliardi di dollari, ma considerando gli ultimi venti anni, il 2006 si colloca al TERZO POSTO fra gli anni MENO COSTOSI in termini di sinistri assicurati, scrive Swiss Re. Il livello relativamente basso degli oneri sostenuti per i sinistri è attribuito in primo luogo a una stagione abbastanza tranquilla sul fronte degli uragani negli Usa e all'assenza di grossi sinistri in Europa. E, contrariamente agli anni precedenti, le catastrofi naturali hanno colpito soprattutto i paesi emergenti con un livello debole di beni assicurati. Ma proprio le condizioni di sottosviluppo e vulnerabilità di queste popolazioni sono la causa di un elevato numero di vittime. Basti pensare che solo il terremoto che lo scorso maggio ha distrutto la città indonesiana di Bantul nell'isola di Giava, ha causato circa 5800 vittime. La Swiss Re aveva presentato l’1 marzo il proprio bilancio con un utile record di 4,6 miliardi di franchi svizzeri, ben sopra le attese di mercato e con un incremento rispetto al 2005 addirittura del 98%. Lo stesso colosso zurighese aveva ammesso che buona parte di questo aumento lo si deve proprio alla diminuzione delle catastrofi naturali. Per il 2007 la Swiss Re conta di aumentare ulteriormente gli utili (10% per azione e 13% nel rendimento dei fondi propri). Certamente attraverso alcune acquisizioni, ma importante sarà mantenere alta l’aspettativa di un aumento delle calamità docute al riscaldamento globale così da spingere più cittadini e società ad assicurarsi e contemporaneamente giustificare l’aumento dei premi assicurativi. Gli allarmismi servono anche a questo. E la cosa non è affatto confortante...

Autore : A cura di www,svipop.org adattamento di Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.21: SS119 Di Gibellina

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso a 3,114 km prima di Incrocio S.Ninfa A29 Palermo-Mazara Del Vallo (Km. 47,..…

h 22.15: SS119 Di Gibellina

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso a 2,814 km prima di Incrocio S.Ninfa A29 Palermo-Mazara Del Vallo (Km. 47,..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum