Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Giro di vite del caldo ma potrebbe durare meno del previsto.

Alcuni corpi nuvolosi atlantici tenteranno di insidiare il grande anticiclone nel corso della settimana anche se i risultati alla fine saranno piuttosto modesti. L'intervento dell'alta pressione delle Azzorre potrebbe poi ricostruire una estate più "normale".

In primo piano - 15 Giugno 2009, ore 10.12

Quando il caldo si fa fastidioso, quando inizia a stringere le nostre città nella sua morsa silenziosa ma subdola o dirompente, si guarda al domani cercando un qualcosa che ci tolga dall'impiccio, un particolare che ci suggerisca la fine di questa fastidiosa fase. Insomma quanto dovremo attendere per una rinfrescata? Le carte negli ultimi giorni hanno sfornato alcune soluzioni, poi ritrattate o posticipate. Poi ne hanno suggerite delle altre per poi rimangiarle un'altra volta. Insomma, la situazione appare tutt'altro che chiara, probabilmente perchè l'atmosfera sta cercando un punto di equilibrio sul quale porre le basi per l'avvento del nuovo periodo stagionale. L'estate, quella vera anche dal punto di vista astronomico, è infatti ormai imminente. Gli scenari meteorologici previsti sullo scacchiere euro-atlantico faranno sempre capo alla banda degli anticicloni subtropicali bene ingerenti in sede mediterranea. La corrente a getto però, anche in virtù dell'andamento dell'indice AO (oscillazione di pressione tra l'artico e le medie latitudini), non disegnerà una traiettoria rettilinea ma leggermente ondulata. In seno a questi promontori e a queste saccature sta la chiave di volta per comprendere lo sviluppo del tempo anche sull'Italia. Scartato a priori il monologo assoluto dell'alta, altri particolari entrano in scena ravvivando almeno un poco l'andamento meteo sullo Stivale nel corso della settimana. Un corpo nuvoloso penetrerà parzialmente e con grande difficoltà tra lunedì e martedì sulle Alpi. Riuscirà comunque ad apportarvi qualche benefico scroscio o temporale nelle ore pomeridiane e serali di martedì. Coinvolti probabilmente anche i settori pedemontani della Lombardia orientale, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Tra mercoledì e giovedì quel che rimane di un piccolo nocciolo fresco in altitudine riuscirà a sorvolare anche il centro-sud. Le conseguenze saranno però limitate a qualche temporale lungo lo spartiacque appenninico. Nel frattempo spunta dal cappello anche l'anticiclone delle Azzorre, disteso alle quote inferiori fin verso l'Italia nella seconda parte della settimana. Insomma l'alta nord-africana perderà indubbiamente qualche colpo. Temperature in calo? A parte locali e temporanee flessioni in corrispondenza dei fenomeni prima menzionati, nessuna nuvità particolare è attesa a breve sotto il profilo termico. Non averrà difatti un significativo ricambio della massa d'aria. Al più un temporaneo calo del tasso di umidità tra mercoledì e giovedì. Per ora è già qualcosa.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.09: A14 Ramo Casalecchio

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio (Km. 0,8) e Allacciamento A..…

h 20.09: A14 Ancona-Pescara

coda incidente

Code per 1 km causa ripristino incidente nel tratto compreso tra Pedaso (Km. 288,1) e Grottammare..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum