Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Giovedì e venerdì: aria di maltempo su diverse regioni d'Italia

Una perturbazione interesserà giovedì mattina il nostro centro-sud con temporali, cui seguirà una pausa. Prima di sera poi un nucleo di aria fredda di recente derivazione artico-marittima apporterà rovesci e temporali su diverse zone del nord, accompagnati da un ulteriore calo delle temperature, che venerdì scenderanno decisamente al di sotto delle medie stagionali.

In primo piano - 25 Giugno 2013, ore 12.12

 Il Mediterraneo centrale e l'Italia si trovano sotto scacco di un'ampia circolazione di bassa pressione che è destina ad approfondirsi ulteriormente nel corso delle prossime ore. La saccatura infatti verrà rialimentata da un nocciolo di aria fredda che si staccherà dai cieli artici per carambolare sull'Europa centrale fino a inserirsi alla fine della settimana sui nostri mari di ponente (previsti -24°C a 5600 metri di quota).

Per una perturbazione che va un'altra subito sopraggiunge. La perturbazione "vecchia", quella giunta mercoledì per intenderci meteolive.leonardo.it/news/Ti-segnaliamo/49/Martedi-e-mercoledi-bello-ma--attenzione-ai-temporali-pomeridiani/42090/, darà luogo a condizioni di forte instabilità sulle nostre regioni centrali e meridionali, cui si assoceranno rovesci e anche temporali, in particolare tra Abruzzo, Molise, Gargano e Basilicata. Fenomeni in attenuazione in serata.

Frattanto l'azione prorompente del nocciolo freddo in arrivo dall'Artico, attraverso il Mare del Nord e l'Europa centrale, darà luogo ad una notevole intensificazione del gradiente di temperatura, e quindi ad una nuova frontogenesi.

Sui cieli del centro Europa nascerà così la "nuova" perturbazione, quella che giovedì pomeriggio investirà l'arco alpino dando lo start alla nuova passata temporalesca.

Tra giovedì sera e la notte su venerdì i fenomeni, talora anche intensi, grandinigeni e accompagnati da colpi di vento, attraverseranno un po' tutto il nord, sebbene con un'estensione piuttosto irregolare da zona a zona. Sono anche attese nevicate sulle Alpi fin verso i 2000 metri

Venerdì mattina tendenza a variabilità al nord-ovest, ancora fervente instabilità su Triveneto, Levante ligure, Emilia, Romagna e Marche, con rovesci anche temporaleschi, in estensione durante il pomeriggio a quasi tutto il centro, Molise e Puglia. Qualche nevicata sulle cime dell'Appennino oltre i 2500 metri.

Anche in questo caso segnaliamo il rischio di isolati fenomeni violenti. Non dimentichiamo il calo delle temperature che seguirà il passaggio della perturbazione e che farà della giornata di venerdì 28 una delle più fresche dall'inizio del mese di giugno su gran parte dell'Italia.

La situazione si presta ad un'evoluzione decisamente dinamica, tale da consigliare di aggiornarci prossimamente con le elaborazioni più recenti, che ci consentiranno di entrare maggiormente nei dettagli.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum