Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Giovedì e venerdì, ancora due giornate difficili per il sud

La perturbazione attesa nelle prossime ore al centro-nord giungerà al meridione giovedì, insistendo in parte anche per la giornata successiva. Sotto torchio in modo particolare Campania e Calabria.

In primo piano - 20 Ottobre 2009, ore 11.51

Giusto il tempo di uscire da una situazione di prolungata instabilità ed ecco che all'orizzonte, questa volta occidentale, si staglia un nuovo pesante peggioramento. Responsabile: la vasta massa nuvolosa tessuta da una perturbazione di origine atlantica. Preceduta da correnti miti meridionali di varia estrazione, la perturbazione verrà rinvigorita da due linee di confluenza principali: la prima porterà a contatto nei bassi strati atmosferici il flusso caldo-umido proveniente dal golfo Libico sotto forma di Scirocco e il flusso più mite e secco di derivazione algerina, sospinto a mezzo di venti di Libeccio. Il supporto dinamico offerto dal sopraggiungere del getto alle quote superiori, con i suoi nuclei di vorticità e i suoi refoli di aria più fresca e secca, darà man forte a produrre convezione profonda su tutto il bacino tirrenico già nelle prime ore di giovedì. L'orografia appenninica farà il resto, permettendo all'instabilità latente nei bassi strati di liberarsi in toto, esaltando le precipitazioni che si manifesteranno anche sotto forma di temporale. Le regioni maggiormente a tiro di questa situazione saranno la Campania e la Calabria, dove è atteso il transito di ammassi temporaleschi e lenta evoluzione, quindi potenzialmente pericolosi. Impegnata da questa situazione anche la Sicilia e, nella seconda parte della giornata, la Lucania, specie il settore costiero e il Salento. La notte su venerdì la seconda linea di confluenza, quella che avrà il compito di separare le miti correnti di Libeccio dal Maestrale decisamente più fresco che da dietro inizierà a spingere, originerà un ulteriore corpo nuvoloso su Sardegna e Corsica, in viaggio verso il medio e basso versante tirrenico, risucchiato da un minimo di pressione in formazione in loco. Sulla nostra Isola e al sud si rinnoveranno dunque condizioni di instabilità, con ulteriori rovesci. La Sardegna, grazie al sollecito subentro del Maestrale, sarà la prima a uscirne e prima di sera potrebbe vedere anche le prime schiarite. Le regioni joniche saranno invece le ultime, a causa dell'indugiare della trottolina depressionaria che vagherà sulle tiepide acque del nostro mare almeno fino a sabato.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.56: A15 Parma-La Spezia

coda rallentamento

Code per 2 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Berceto (Km. 51) e Svincolo..…

h 21.55: TG-CT Tangenziale Di Catania

rallentamento

Traffico intenso causa traffico vacanziero nel tratto compreso tra 5,083 km dopo Svincolo S.Giovann..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum