Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ghiacciai artici: la situazione nella primavera 2015

Uno sguardo alla situazione di spessore ed estensione della banchisa polare, ormai giunti al termine della stagione invernale. Le notizie non sono molto incoraggianti.

In primo piano - 7 Aprile 2015, ore 10.30

Nell'inverno 2013-2014, stante un forte accorpamento di masse d'aria gelida oltre il Circolo Polare Artico, aveva mantenuto per diversi mesi delle temperature molto fredde su gran parte dell'area polare, una situazione che portò ad un parziale recupero nell'estensione e nello spessore dei ghiacciai artici proprio al termine dell'inverno. I nuovi dati relativi alla stagione 2014-2015, rappresentano purtroppo un nuovo record (in negativo) nell'estensione massima della superficie ghiacciata al Polo Nord pari a 14.4 kmq

Solitamente questo dato viene toccato nella mensilità di marzo, cioè al termine della stagione invernale. L'estensione totale della superficie ghiacciata viene misurata in base a rilevazioni satellitari tra la prima e la seconda decade di marzo, ma quest'anno segnaliamo un anticipo con il quale questo dato è stato misurato; il momento di massima salute della banchisa infatti è ricaduto con circa due settimane di anticipo rispetto alla media di altre annate, un comportamento che potrebbe trovare risposta in una anomala circolazione atmosferica protagonista di questo inverno sull'emisfero boreale. Il deficit maggiore sull'oceano Pacifico settentrionale e sull'Alaska, sede questo inverno di importanti anomalie termiche positive.

Il precedente minimo di estensione storico da quando esistono sistemi di misurazione via satellite, risale al marzo del 2011.

Le anomalie negative di espansione della superficie ghiacciata riguardano un po' tutte le aree con la sola eccezione del Labrador ed il Canada orientale, laddove  pesanti anomalie termiche negative, responsabili tra le altre cose dell'inverno molto rigido della East Coast, hanno preservato ed anzi accresciuto l'estensione totale di ghiaccio. Stiamo comunque parlando di uno spessore assai limitato, la cui sopravvivenza sarà legata sia al comportamento della stagione estiva, sia all'andamento della circolazione atmosferica relativa ai prossimi inverni.



 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum