Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GFS LIVE: il caldo si attenuerà entro domenica 15 e che temporali in Adriatico!

Il modello americano dubbioso da sabato 14 giugno.

In primo piano - 6 Giugno 2014, ore 12.33

L'apertura del run non si discosta di una virgola dalle precedenti emissioni. Arriva il caldo e farà sul serio.

Domenica 8 si vede chiaramente la lingua di aria calda impossessarsi baldanzosamente della nostra Penisola, senza che la depressione sull'ovest del Continente faccia alcun passo in avanti per tentare di impedirlo.

Sarà dunque proprio la sua staticità a favorire questo ingresso trionfale dell'estate sul bacino centrale del Mediterraneo.

Sino a mercoledì 11, nonostante una certa rotazione delle correnti ad ovest, seguiteremo ad essere raggiunti dall'aria calda di matrice africana, anche se le due giornate più calde potrebbero risultare quelle di lunedì 9 e di martedì 10 giugno, quando si potranno registrare picchi di 34°C e forse anche di 35°C.

Dalla carta termica prevista a 1500m per giovedì 12, che vi postiamo qui a fianco, si nota il tentativo di inserimento di un flusso di correnti occidentali che va a vuoto; nel contempo però si nota che la grande calura vada concentrandosi sulla Penisola Iberica, mentre l'Italia rimane abbracciata da un caldo un po' più moderato.

Attenzione! Attenzione! Venerdì 13 sembra che l'azzorriano sganci verso nord, in direzione delle Isole Britanniche, portandosi dietro una parte del caldo, ma soprattutto attivando la discesa di una saccatura sul centro Europa, così come del resto veniva mostrato anche nella corsa precedente.

Sabato 14 emerge un grosso enigma: due saccature, una in Atlantico che affonda verso l'aperto oceano, un'altra sulla Scandinavia in movimento verso il centro Europa. Tra le due ecco l'anticiclone delle Azzorre portarsi verso Isole Britanniche e Mar di Norvegia, ma forse in modo ancora non sufficiente a far arrivare il fresco di sponda sino a noi. 

E invece SI. La manovra sarebbe sufficiente per consentire un deciso sfondamento da nord di un vortice colmo di aria molto fresca in movimento poi verso i Balcani ma con chiaro interessamento TEMPORALESCO di tutte le nostre regioni adriatiche e con deciso rinforzo del vento anche su tutti i versanti tirrenici, con annesso importante calo delle temperature. Il calo termico risulterebbe però ovviamente più netto in Adriatico e proseguirebbe almeno sino a mercoledì 18.

In seguito l'azione di spinta da ovest dell'altra saccatura atlantica dovrebbe rilanciare verso di noi l'anticiclone e il caldo intorno a venerdì 20, ma qui davvero entriamo nel superfantameteo.

Attendibilità: 
la conferma dell'evoluzione proposta anche nell'emissione precedente deve far pensare che possa risultare più che discreta almeno sino alla svolta di metà mese. 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum