Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gennaio: fine ingloriosa o timido riscatto in zona Cesarini?

Indici e modelli a braccetto, solo qualche imprevisto potrebbe giocare a sfavore del nuovo equilibrio raggiunto.

In primo piano - 10 Gennaio 2011, ore 15.14

E' un gennaio piuttosto deludente per chi si attendeva la zampata dell'inverno, quella tosta, quella che si ricorda sotto l'ombrellone in spiaggia in agosto, discorrendo con gli amici dell'andamento della stagione fredda mentre si passeggia in riva al mare. "Mamma che inverno che ha fatto, a metà gennaio si erano gelate persino le turbature, e quanta neve quella domenica, s'è bloccato tutto...".
 
Ecco, al momento, non si potrà rammentare nulla di tutto questo, semplicemente perchè il freddo non si vede, o meglio non si vede più. Quell'ondata che avevamo paventato a fine dicembre, si è dissolta di fronte all'ostinazione dei modelli probabilistici nel confermare una linea che finisce per premiare la spinta della corrente a getto, spinge verso di noi un anticiclone subtropicale, diretta conseguenza di un rialzo dell'indice NAO verso la neutralità.

Si tratterà di un anticiclone un po' claudicante, e proprio per questo si rinnoveranno condizioni termiche decisamente sopra media, perchè persino le nebbie saranno disturbate dal transito di nuvolaglia medio-alta.

Ci sarebbe da essere contenti, in fondo un po' di gasolio e metano risparmiati, in montagna però la neve la aspettano. In questa sede mi sento di poter dire che quella non dovrebbe mancare nell'ultima decade di gennaio, a tratti anche a quote basse o relativamente basse (600-800m) , perchè qualche affondo perturbato dal nord-ovest del Continente lo dovremmo vedere, timido, ma sufficiente a dare una mano di bianco ad Alpi ed Appennini.

Per l'inverno delle gelate e del freddo intenso e dei fiocchi in pianura forse dovremo aspettare febbraio, anche se non è detto che questo trend mediocre possa proseguire ulteriormente  (e pericolosamente per la salute del Generale) anche nella prima decade del prossimo mese. La legge della persistenza può comunque essere scalfita all'improvviso da un evento "secondario": la Madden Julian Oscillation e l'interazione con la Nina...(pensiamoci su) 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.34: SS36 Del Lago Di Como E Dello Spluga

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 3,783 km prima di Incrocio Nibionno - SS342 Briantea (Km. 33,2)..…

h 16.31: Roma Via dell'Almone

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Via dell'Almone in direzione Via Appia Nuova ­..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum