Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gennaio 2020, l'inverno manca all'appello ma fino a quando?

Una circolazione di venti occidentali, unita ad un Vortice Polare estremamente chiuso e compatto, potrebbe negare l'inverno sull'Europa almeno fino al termine della prima metà del mese. Nel periodo successivo rimane accesa qualche speranza.

In primo piano - 3 Gennaio 2020, ore 18.45

La circolazione atmosferica prevista nel cuore del periodo invernale, sarà caratterizzata da una sostanziale mancanza di freddo nella fascia delle medie e basse latitudini del nostro continente. I venti occidentali saranno pressoché gli unici protagonisti del palcoscenico atmosferico europeo nel prossimo futuro; questa ventilazione farà capo ad alcune intense e profonde circolazioni di bassa pressione collocate alle latitudini settentrionali e che sono frutto di un Vortice Polare molto compatto. Nell'ambito del Mediterraneo, tali correnti saranno quindi inserite in un contesto anticiclonico, mentre il tempo risulterà instabile soltanto alle latitudini settentrionali, comunque in un contesto generale di mancanza di freddo. Ecco la previsione del modello americano GFS riferita a martedì 7 gennaio, nella quale possiamo osservare gli anticicloni distesi nella fascia delle medie latitudini, mentre le circolazioni più instabili restano confinate sul nord Europa:

 

Tra gli elementi da mettere in evidenza, una fase debolmente più fredda ed instabile soprattutto per le regioni del Mezzogiorno sotto l'Epifania, mentre nel periodo successivo l'alta pressione sempre presente sull'Europa centrale ed occidentale, chiuderà ogni speranza di tempo variabile in chiave invernale, almeno fino al termine della prima metà di gennaio. Per gran parte del periodo preso in esame, le precipitazioni risulteranno generalmente scarse e comunque più probabili sui versanti adriatici, le temperature generalmente superiori alle medie del periodo. Resta aperta una finestra verso l'inverno nella seconda metà di gennaio, con un rallentamento possibile (ma non ancora certo) della corrente a getto e delle ondulazioni più pronunciate, in grado di distribuire dell'aria fredda anche sull'Europa centrale e meridionale. Ecco una possibile linea di tendenza calcolata dal modello americano per sabato 18 gennaio, un sogno per gli amanti dell'inverno:


 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum