Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Friuli Venezia Giulia: metà regione è a secco, sull'altra piove anche troppo

La regione divisa in due tra secco e diluvi. L'articolo è stato pubblicato su "Il Gazzettino".

In primo piano - 8 Agosto 2012, ore 08.30

In metà regione piove addirittura troppo mentre l'altra metà è a rischio siccità. Accade in Friuli Venezia Giulia, che vanta anche il primato di avere una zona delle Prealpi Giulie a nordest di Udine dove c'è la maggior concentrazione di fulmini di tutta Europa. Lo conferma Sergio Nordio dell'Osservatorio meteorologico regionale (Osmer). Piove poco nelle province di Trieste e Gorizia e su costa e pianura, tanto da aver suscitato già grosse preoccupazioni ad esempio tra i viticoltori di queste zone. Ha piovuto invece il triplo del normale in alcune aree della provincia di Udine, tanto che nella fascia montana a luglio sono già caduti oltre 500 millimetri di pioggia. Anche durante la notte appena trascorsa a Pontebba sono caduti 120 millimetri di acqua e 80 a Tolmezzo: la pioggia che di solito si registra nell'arco di un mese è pertanto caduta nell'arco di 3 ore.

Le zone più bagnate delle province di Udine e Pordenone sono un'area delle Prealpi Giulie a Nord di Udine che comprende anche una porzione della Slovenia, e un'area delle Prealpi Carniche nel Pordenonese. In quest'ultima, a luglio ha piovuto circa il doppio del solito. In ambedue queste aree anche i temporali sono molto frequenti, da record europeo, come da record sono anche le piogge, riferisce Nordio. Le due zone in questione risultano a livelli di piovosità superiori della media del resto d'Italia, che è in sofferenza perché non ci sono perturbazioni in entrata, ribadisce il meteorologo, mentre al contrario in Friuli Venezia Giulia arriva tanta pioggia.

Tornando ai temporali, l'esperto afferma che statisticamente, nel trentennio precedente, «abbiamo avuto in regione una media di 25 giorni di temporali. In alcune annate ci sono stati 45 giorni». Per l'anno in corso la statistica non si può ancora chiudere, certo è che in montagna i temporali sono stati assai frequenti. Il semestre estivo che va da maggio a ottobre, puntualizza l'esperto, è di norma il più temporalesco. In quanto ai fulmini, nella zona orientale delle Prealpi Giulie, in particolare sui monti Canin e Matajur, cade una media di 12 fulmini per km quadrato all'anno, «la più alta d'Europa». Mediamente, a Trieste e su tutta la costa della regione cadono all'anno 1-2 fulmini per km quadrato. I fulmini sono rilevati dalla rete del Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano, che svolge questo compito in relazione alla manutenzione della rete dell'energia elettrica.


Autore : Articolo tratto da "Il Gazzettino"

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum