Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FRESCO in arrivo nei primi giorni di ottobre? Le prospettive del modello americano ed europeo

I due modelli più performanti della rete sono concordi sull'evoluzione del tempo fino a fine mese; divergono invece in merito alla situazione prevista per i primi giorni di ottobre.

In primo piano - 26 Settembre 2019, ore 09.50

Tutti concordi sul tempo che avremo in Italia in questi ultimi scampoli di settembre; il nostro continente sarà alle prese con un flusso di correnti occidentali quasi rettilineo che impegnerà segnatamente l'Europa centro-settentrionale dove il tempo sarà perturbato. 

In Italia la storia sarà ben diversa con un'alta pressione ben distesa alle latitudini medio-basse del Mediterraneo e sul nord-Africa; solo le regioni settentrionali verranno lambite dal suddetto flusso occidentale con un po' di variabilità e qualche pioggia. 

Ecco la situazione prevista dal modello americano per lunedi 30 settembre: 

Dicevamo del flusso mite occidentale, che lambendo il nord e parte del centro, determinerà annuvolamenti irregolari su queste aree associati a qualche locale pioggia. Il tempo resterà invece buono al meridione e sulle Isole dove farà anche un po' caldo. 

Il modello europeo per il medesimo giorno (lunedi 30 settembre) risulta quasi sovrapponibile all'americano: 

Ecco le condizioni di variabilità al nord e su parte del centro indotte dal flusso mite occidentale (frecce rosse). Sul resto d'Italia tanto sole e temperature ancora piuttosto elevate. 

I due modelli invece divergono in merito all'evoluzione prevista per i primi giorni di ottobre. Il modello americano vede la penetrazione abbastanza incisiva di aria fresca di matrice settentrionale sull'Italia; al di la delle Alpi potrebbe fare addirittura freddo. Ecco le temperature a 1500 metri previste dal modello di oltre oceano per giovedi 3 ottobre: 

L'isoterma alla medesima quota resterà confinata oltre le Alpi. Sull'Italia settentrionale e centrale faranno ingresso isoterme comprese tra + 3 e + 5° a scacciar via definitivamente i sentori tardo-estivi che ancora si respireranno sul nostro Paese.

Il calo delle temperature sarà accompagnato anche da fenomeni che al momento sono di difficile inquadramento.  

Il modello europeo invece risulta molto più morbido e pone l'ingresso del fresco/freddo decisamente più orientale. Ecco la mappa termica a 1500 metri prevista per giovedi 3 ottobre dal modello nostrano: 

Sull'Italia settentrionale e centrale non si andrebbe oltre l'isoterma + 7 a 1500 metri, con il grosso della colata diretto verso i Balcani e l'Europa orientale. Il tutto si ripercuoterà anche sotto il profilo dei fenomeni che saranno brevi e fugaci. 

Chi avrà ragione? Lo scenario ufficiale del modello americano questa mattina viene ripreso abbastanza fedelmente dalla media di tutti gli scenari del modello medesimo; di conseguenza non si tratta di un'ipotesi campata in aria. 

Anche per ciò che concerne il modello europeo, l'ipotesi ufficiale è abbastanza suffragata dalla media del scenari, segno che anche questa opzione non risulta campata in aria. 

Bisognerà ancora aspettare...del resto come abbiamo detto più volte "siamo nelle mani di Lorenzo (l'uragano!)

Controlla sempre le previsioni dettagliate e specifiche per la tua cittàcontinuamente aggiornate:

>>> ROMA
>>> MILANO
>>> NAPOLI

altre località

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum