Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO ed INSTABILITÀ all'inizio della mensilità dicembrina, poi un cambiamento

Consueto appuntamento con l'analisi serale del modello europeo: ancora incerta la tenuta del blocking d'alta pressione sull'oceano Atlantico. In sintesi le ultime novità.

In primo piano - 27 Novembre 2017, ore 21.30

L'atmosfera prepara una seconda fase di maltempo invernale che si manifestarà sul nostro Paese e sull'Europa in questo scorcio di fine novembre ed inizio dicembre. L'anticiclone, con una forte pulsazione verso le latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico, consentirà una discesa d'aria fredda artica che in poche ore si getterà a capofitto sull'Europa centrale ed il Mediterraneo, portandovi una fase di intenso maltempo. La fase più acuta dell'instabilità è prevista a cavallo tra venerdì primo dicembre e domenica 3, momento in cui la discesa di un nucleo d'aria molto fredda con isoterme sino a -35°C sul piano isobarico di 500hpa, darà luogo ad un minimo di bassa pressione che dall'Italia settentrionale scivolerà rapidamente verso il Tirreno.

Ad esserne coinvolte sarebbero soprattutto l'Emilia Romagna, le regioni centrali e meridionali, anche se ancora adesso risulta di difficile collocazione il minimo ciclonico a livello del suolo. Il modello europeo identifica quest'ultimo collocarsi nei pressi della Sardegna, prendendo in tal modo ancora uno stacco netto rispetto all'evoluzione messa in luce dalla controparte americana. 

Spingendo il nostro sguardo a lungo termine, il nuovo aggiornamento del modello europeo stacca in modo netto rispetto all'evoluzione messa in luce appena un giorno fa; ritroveremo infatti un parziale travaso di vorticità dal continente Euroasiatico al Canada, laddove poi le masse d'aria fredda potrebbero almeno in parte traboccare verso l'oceano Atlantico, dando luogo ad un rinforzo di gradiente alle latitudini settentrionali. 

L'anticiclone tornerebbe a coinvolgere per un paio di giorni l'Europa ed il Mediterraneo centrale, accompagnato da un addolcimento delle temperature (lunedì 4, martedì 5 dicembre). L'evoluzione successiva potrebbe riportare nuovamente un rallentamento della Jet Stream ed una nuova ripresa dei flussi di calore ad intrudere il Vortice Polare. Una nuova saccatura potrebbe consolidarsi sull'Europa, foriera ancora di maltempo. 

La linea di tendenza resta ancora da confermare. 

Tenetevi aggiornati su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum