Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO e NEVE nel "FAR WEST" americano preparano sorprese per l'Europa?

Probabilmente si, è la novità di questa stagione autunnale 2019.

In primo piano - 10 Ottobre 2019, ore 09.12

Chi non ricorda il grande John Wayne in sentieri selvaggi inseguire la nipotina Lucy rapita dagli indiani su e giù per lo Utah anche sotto la neve?

La neve precoce per gli Stati del grande Ovest americano è la vera sorpresa e novità di questo autunno 2019, dopo troppe stagioni trascorse sotto la protezione dell'anticiclone.

Si dice che il tempo europeo tragga origine da ciò che succede nel nord America. In buona parte questo è vero: i serpeggiamenti delle correnti che sorvolano le Montagne Rocciose in un sistema di vasi comunicanti trasmette il disturbo di tale onda anche a migliaia di km di distanza, influenzando la disposizione delle figure bariche sul Vecchio Continente in una sorta di effetto domino che può avere effetti anche sull'Italia. Ecco intanto la clamorosa situazione termica che si registra stamane negli States:

In un sistema di vasi comunicanti qual è il tempo atmosferico, è logico pensare che ondi stimoli onda: se negli ultimi anni la difficoltà nel ricevere l'apporto delle perturbazioni atlantiche poggiava proprio sul fatto che le saccature non scendessero adeguatamente di latitudine sull'ovest del Continente americano, in questo ottobre è già la seconda volta che ciò avviene in maniera netta e precoce, andando poi ad influenzare tutta la dinamica degli affondi perturbati anche sul vicino Atlantico.

Lo testimonia la disposizione attuale della corrente a getto a 10km di altezza, come vedete all'affondo americano corrisponde anche un moderato affondo perturbato sul centro Europa, che può diventare più marcato nel corso delle settimane successive se la disposizione barica americana persiste:

In altre parole l'anomalia barica californiana che ha generato tanta siccità e stimolato i piromani in zona, potrebbe risultare ridimensionata in questa nuova stagione.

Speriamo sia davvero così, perché altrimenti ci sarà sempre un nord America super gelido e nevoso (quello orientale) ed uno mite e secco (ad ovest) che per l'Europa meridionale spesso si traduce in stagioni invernali povere di neve e di vero freddo.

Ovviamente ci sono in gioco anche altre variabili, ma questa non è da trascurare.


 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum