Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO e NEVE a marzo: ecco tutte le possibili mosse dell'aria gelida!

La sfuriata del 5-6 marzo, poi anche quella dell'8-9?

In primo piano - 26 Febbraio 2015, ore 10.03

Incredibile ma non troppo. Il team di MeteoLive da giorni ha studiato le carte e oggi sembra raccogliere il frutto dell'impegno nel proporre al lettore le ipotesi potenzialmente più realistiche e mai campate in aria.

Da giorni andiamo dicendo che da giovedì 5 marzo ci sarebbe stato un autentico reset barico sull'Europa, cioè un cambiamento radicale della configurazione barica, con l'anticiclone per la prima volta disteso lungo i meridiani e l'aria fredda decisa a puntare con forza verso il Mediterraneo centrale e non più solo verso il settore orientale del Continente o addirittura verso il Medio Oriente.

Alla fine della stagione il getto deve rallentare forzatamente e se c'è ancora tanta aria fredda alle latitudini polari (e c'è) allora un colpo di coda invernale non può che manifestarsi anche in modo molto netto.

Giovedì 5 allora un'irruzione d'aria fredda sfonderà al sud delle Alpi favorendo la formazione di una depressione che dal settentrione, dove porterà veloci rovesci di neve oltre i 500m, si dirigerà verso il centro Italia, dove i fiocchi potranno cadere sin nei fondovalle appenninici e occasionali temporali di neve, più spesso neve tonda o graupel, potranno raggiungere anche le zone di pianura.

Nel corso della giornata la depressione si sposterà poi abbastanza rapidamente verso lo Jonio, insistendovi per gran parte della giornata di venerdì e favorendo un ulteriore richiamo di aria fredda, in grado di portare la neve sin sulle coste del medio e basso Adriatico, temporali di neve su molte aree del sud, dal nord Sicilia alla Calabria e probabilmente alla Campania e forse ancora tra Frusinate e Pontino nel Lazio.

Nel frattempo le temperature seguiteranno a calare e soprattutto l'alta pressione potrebbe fuggire verso la Scandinavia, le correnti atlantiche si bloccherebbero e la circolazione diverrebbe orientale, veicolando anche verso il nord masse d'aria molto fredde, in grado di scavare una depressione sull'alto Tirreno, o la Corsica o il Mar Ligure e di favorire nevicate anche in pianura al nord, ma forse a quote molto basse anche su alcune aree del centro.

Insomma una prima decade di marzo prettamente invernale, come accadde ad esempio nel 2010.
http://meteolive.leonardo.it/news/**Video**/72/trieste-il-borone-e-la-neve-del-marzo-2010/40178/
L'attendibilità?
Per il primo episodio, quello tra il 5 ed il 6 piuttosto alta: 60-65%, per l'azione di retrogressione al momento siamo ancora sul 45-55% ma anche qui la percentuale pare in crescita.
Non perdetevi nessun aggiornamento di MeteoLive!


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum