Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FREDDO/CAMBIAMENTO: tutte le ipotesi del dopo EPIFANIA...

Come potrebbe evolvere il tempo dopo l'Epifania. La situazione è molto incerta, ma facciamo alcune ipotesi...

In primo piano - 30 Dicembre 2016, ore 09.34

Fino al giorno dell'Epifania non si prevedono grossi scossoni dal punto di vista termico in Italia.

La cosa positiva riguarda l'alta pressione; l'opprimente figura stabilizzante leverà le tende dall'Italia consentendo una maggiore variabilità, unitamente all'arrivo di qualche fenomeno specie tra lunedì 2 e martedì 3 gennaio.

Ci sarà quindi più ventilazione, con minor ristagno delle sostanze inquinanti in prossimità delle grandi città.

Gli occhi degli appassionati sono però puntati sul dopo Epifania. La mappa in alto a sinistra rappresenta l'inizio delle speranze invernali per la nostra Penisola e risulta incentrata proprio per la giornata festiva.

Tutte le elaborazioni mostrano una vasta depressione fredda che abbraccerà gran parte dell'Europa centro-settentrionale durante la giornata in parola. Al suo interno avremo un cospicuo apporto freddo che tenderà inevitabilmente a muoversi verso latitudini più meridionali...come se fosse una macchia d'olio.

In che modo l'aria fredda interesserà l'Italia? Per il momento non ci è dato saperlo. Si possono fare solo alcune ipotesi, che ora porteremo al vaglio.

Ipotesi 1 (la meno probabile): il blocco anticiclonico in Atlantico regge; l'aria fredda riesce a spazzare via il braccio anticiclonico sull'Europa occidentale agganciando una depressione in sede Iberica.

Se questa ipotesi andasse in porto, il vero inverno si impadronirebbe non solo dell'Europa centro-settentrionale, ma anche della nostra Penisola. Episodi di maltempo diffuso con neve a bassa quota sarebbero possibili su gran parte del centro-nord.

Ipotesi 2 (la più probabile): il blocco anticiclonico si corica a seguito del solito rinforzo del getto alle alte latitudini. Se questa ipotesi andasse in porto avremmo la solita situazione, con freddo in marcia verso l'est europeo e interessamenti marginali del versante adriatico e del meridione, seguiti ovviamente da spanciamento.

Tutto ricomincerebbe da capo e si perderebbero almeno altri 10 giorni sulla tabella di marcia di questa travagliata stagione.

Al momento sussiste il 40% di probabilità che vada in porto la prima ipotesi e il 60% che diventi realtà la seconda. In altre parole, l'inverno farà un tentativo, ma non è assolutamente detto che riesca.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.04: A10 Genova-Ventimiglia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Voltri (Km. 10,7) e Genova Aeroporto (Km..…

h 10.03: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Bolzaneto (Km. 125,8) e Barriera Di Geno..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum