Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

FORTE INSTABILITÀ a carattere INVERNALE sull'Europa nei prossimi giorni, vediamo perché

Analisi della complicata situazione atmosferica messa in luce dai modelli entro i prossimi 10 giorni. La primavera gioca a fare l'inverno. Ecco COSA dovremo aspettarci.

In primo piano - 13 Marzo 2018, ore 17.00

La circolazione atmosferica risente ancora di quel grande evento di riscaldamento stratosferico che ha iniziato a dare i suoi effetti in troposfera negli ultimi giorni di febbraio, quando l'Europa e l'Italia sono state protagoniste di una delle irruzioni di GELO più importanti dell'intera stagione invernale, anzi probabilmente l'unica VERA fase di freddo intenso dell'inverno 2017/2018. Gli effetti di questa grande azione di disturbo a carico del nostro Vortice Polare non si sono esauriti con lo scadere di febbraio ma si prolungano anche alla prima parte della primavera che ancora nei prossimi giorni continuerà a mostrare comportamenti tipici del periodo freddo. 

Verranno ancora agevolate discese d'aria fredda verso la fascia delle medie latitudini, allo stesso modo, verranno favorite elevazioni degli anticicloni verso le latitudini settentrionali. È una situazione ribaltata, conseguenza di un fronte polare che, anche nei prossimi giorni, continuerà a restare piuttosto basso di latitudine, prolungando anche sul Mediterraneo condizioni di instabilità con caratteristiche più invernali che primaverili. 

Il vistoso anticiclone previsto stabilire la propria sede a cavallo tra l'oceano Atlantico settentrionale e la Penisola Scandinava, sarà il mezzo sfruttato dall'atmosfera per trascinare una massa d'aria GELIDA, verso l'Europa orientale e poi con moto antizonale (da est verso ovest) anche sulla Mitteleurope e forse il Regno Unito. Su questi settori nel periodo compreso tra sabato 17 e giovedì 22 marzo si avranno condizioni instabili e fredde con nevicate possibili sino in pianura

È una circolazione dal sapore squisitamente invernale ma che si deve confrontare con l'avanzare inesorabile del calendario che provocherà un impatto diverso sulla circolazione prevista sull'ambito del nostro mar Mediterraneo. Qui l'aria fredda farà fatica a penetrarvi, sebbene alcune soluzioni previsionali ancora non escludano un coinvolgimento più deciso delle regioni settentrionali da parte del freddo artico continentale in arrivo dal nord-est Europa. 

L'ipotesi più probabile al momento resta quella di un trend fortemente instabile. Il nostro Paese come terra di contrasto tra le masse d'aria temperate di origine mediterranea contro quelle assai più fredde che avranno dimora sul centro Europa. Probabile la formazione di una attiva circolazione depressionaria tra domenica 18 e martedì 20 marzo.

La terza decade potrebbe proseguire con un discorso ancora votato all'instabilità; anticiclone di blocco allungato lungo i meridiani dell'oceano Atlantico, discese d'aria fredda artica sull'Europa centrale ed orientale, coinvolto anche il Mediterraneo con temperature sotto la media e flussi di correnti settentrionali con fenomeni di instabilità soprattutto al centro ed al sud adriatiche (da confermare).

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.34: SS194 Ragusana

rallentamento

Traffico rallentato, oggetti su strada nel tratto compreso tra 11,399 km dopo Incrocio Giarratana (..…

h 22.29: A7 Milano-Genova

blocco incidente

Traffico bloccato causa incidente nel tratto compreso tra Barriera Di Milano (Km. 4,8) e Svincolo B..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum