Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Foehn in val Padana, ed è subito PRIMAVERA!

Temperature in aumento, aria tersa, cieli sereni sarano gli ingredienti che condiranno il tempo dei prossimi tre giorni sulle nostre regioni nord-occidentali. La neve sarà regolarmente confinata oltralpe.

In primo piano - 2 Aprile 2008, ore 10.24

Baluardo alpino invalicabile. Il grande filtro naturale alle correnti fredde provenienti dal nord Europa accontenterà nei prossimi giorni gli amanti della bella stagione, anche se la latitanza sempre più prolungata delle preziose piogge primaverili sulle regioni di nord-ovest dovrebbe destare non poche preoccupazioni. In realtà i serbatoi alpini sono ancora discretamente corazzati di neve, soprattutto alle quote medio-alte e sui versanti esposti a settentrione. La prossima ingerenza dell'imminente azione favonica potrebbe però mettere in crisi anche questa preziosa risorsa, necessaria per trascorrere l'estate senza l'incubo costante di una crisi siccitosa. Nucleo di aria fredda in avvicinamento dalla Scandinavia dunque. I flussi al suolo seguiranno fedelmente la traiettoria della corrente a getto d'alta quota e saranno costretti ad infrangersi contro i versanti settentrionali delle Alpi. L'aria piuttosto umida favorirà fenomeni di sbarramento classico, quello che, per intenderci, apporta nubi e precipitazioni sui versanti esposti al vento. E in quota il vento si farà davvero sentire! La neve arriverà a più riprese sui crinali di confine svalicando temporaneamente qua e là anche sulle nostre montagne. Le zone interessate da questo fenomeno saranno marginalmente le testate delle valli laterali di confine della val d'Aosta, la val Formazza, e la zona del Sempione ma più direttamente l'alta Valchiavenna, alta Valtellina, Val Venosta, Alpi Tridentine, val Aurina e val Pusteria. Su questi ultimi settori alpini i fiocchi potrebbero arrivare a lambire quote poste intorno i 700-800 metri tra giovedi 3 e venerdi 4 aprile. Sui versanti meridionali anche il foehn si presenterà a più riprese, alternando le sue fasi "basse" (quelle in cui l'aria oltrepassa solamente passi e valichi interessando in particolare le testate delle valli) a fasi "alte" (durante le quali l'aria secca e riscaldata raggiungerà per esteso i settori padani di Piemonte e Lombardia). Le temperature subiranno inizialmente un rialzo che sarà più evidente nei valori massimi diurni sulla pianura Padana e sui fondovalle. Qui i termometri potranno superare anche i 20-24°C gradi nella giornata di mercoledi 2 aprile. Tra giovedi e venerdi un successivi impulsi un po'più freddi riusciranno a rovesciarsi maggiormente dalle alte quote determinando una discesa (seppur modesta) dei valori termici anche sulla pianura Padana.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum