Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Focus temperature NATALE: dove saranno i valori più MITI?

Per il giorno della festività natalizia, un importante passaggio perturbato è atteso transitare sull'Italia, portando un passaggio perturbato piuttosto diffuso su diversi settori del Paese. Dove si concentreranno i valori termici più tiepidi?

In primo piano - 20 Dicembre 2013, ore 11.15

Un nuovo sistema perturbato è atteso transitare sull'Italia tra martedì 24 (Vigilia di Natale) ed il giorno di Santo Stefano (giovedì 26 dicembre). Su alcune regioni d'Italia le prospettive per le festività natalizie saranno tutt'altro che buone. Ci attendiamo infatti il  transito di un importante corpo nuvoloso che porterà con se precipitazioni abbondanti, concentrate soprattutto sui settori settentrionali e centrali dello stivale.

L'arrivo di una nuova fase perturbata, sarà garantita da un'ondulazione abbastanza importante del getto alla quota di 500hpa, a tal punto che l'intero Mediterraneo occidentale si ritroverà direttamente coinvolto da quello che con tutta probabilità sarà la perturbazione più importante dell'intero dicembre 2013. Il suo ingresso sarà accompagnato da un netto rinforzo della ventilazione meridionale, di prevalente natura sciroccale che, specialmente durante il giorno di Natale, spazzerà intensamente lo stivale italiano.

L'arrivo di questa di ventilazione, porterà ovviamente delle ripercussioni termiche su diverse zone del Paese, determinando un aumento della temperatura avvertibile nelle zone esposte ma di breve durata. L'efficacia della perturbazione sarà garantita da un cospicuo pacchetto d'aria fredda che dall'Inghilterra e dalla Francia muoverà gradualmente verso i settori italiani, coinvolgendo il settentrione entro il giorno di Santo Stefano. Frontalmente all'avanzata di questa massa d'aria fredda / fresca atlantica, prenderà corpo il richiamo di correnti meridionali che, attraversando il Paese si mostrerà piuttosto teso.

Dove registreremo l'aumento della temperatura più sensibile?

L'impennata termica da Scirocco coinvolgerà la Vigilia di Natale i settori posti ad ovest dell'Italia, con particolare riferimento al Mediterraneo centro-occidentale (Spagna orientale - Baleari - Francia meridionale).

L'ingresso della depressione sull'Italia il giorno di Natale darà origine ad una veloce ed effimera impennata delle temperature sulla Sardegna, in misura minore lungo le coste tirreniche dalla Liguria sino alla Sicilia compresa.

L'arrivo di giovedì 26 (Santo Stefano) determinerà infine l'impennata termica sugli estremi settori meridionali dell'Italia con particolare riferimento ai settori jonici ed alla Sicilia mentre sul resto del Paese il quadro termico subirà un contraccolpo determinato dalla progressiva avanzata del "nocciolo freddo" della perturbazione direttamente su territorio italico.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.26: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente a Grumello (Km. 189,7) in uscita in entrambe le direzioni dalle 13:22 del 25 set 2018…

h 13.05: A4 Brescia-Padova

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Grisignano (Km. 345,7)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum