Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Focus modello americano: il nostro Paese ancora nel mirino della pioggia

Esaurita l'azione della depressione attualmente presente sul nostro territorio, l'aria fresca nord-atlantica seguiterà ad interessare i settori occidentali dell'Europa, con particolare riferimento alla penisola Iberica. Quali conseguenze per il nostro Paese?

In primo piano - 5 Novembre 2014, ore 18.30

Una violenta ondata di maltempo ha interessato i settori settentrionali italiani, accanendosi questa volta sulla Toscana. Nella prima mattinata esondazione del torrente Carrione, una situazione che ha determinato ancora una volta disagi e danni. Un po' di preoccupazione anche sull'alto Piemonte e l'alta Lombardia. La depressione responsabile di tanto maltempo, tende ora ad isolarsi verso le regioni meridionali del Paese, laddove ci attendiamo tra domani, giovedì 6 novembre e venerdì 7, alcune importanti manifestazioni temporalesche. Dovrebbe invece gradualmente migliorare la situazione atmosferica sulle regioni settentrionali, una guarigione che sarà comunque piuttosto lenta.

In seguito emergono alcune modificazioni previsionali rispetto agli aggiornamenti di ieri; viene confermata la falla barica sull'Europa occidentale (penisola Iberica) con conseguente prevalenza di una circolazione eolica meridionale ad investire i settori centrali del Mediterraneo e quindi anche il nostro stivale. Sin qui nulla di nuovo, tuttavia l'asse di questa circolazione ciclonica viene vista, almeno inizialmente più defilata in posizione occidentale, un dettaglio non trascurabile, poichè collocherebbe l'Italia ai margini di una circolazione atmosferica che in questo caso penalizzerebbe in primis le regioni settentrionali (soprattutto angolo nord-occidentale), la Sardegna e le regioni del medio tirreno.

Tale fase atmosferica interesserebbe il nostro Paese per gran parte della prima decade novembrina, relegando a grande distanza gli effetti delle masse d'aria fredda sul nostro territorio. L'asse ciclonico maggiormente defilato verso l'estrema Europa occidentale relegherebbe ancor più distante l'influenza delle masse d'aria fredda di origine polare marittima, sull'Italia subentrerebbe quindi una circolazione di venti ancor più mite rispetto quanto preventivato inizialmente.

Lungo termine?

Spingendoci alla seconda decade di novembre, l'aria più fredda nord-atlantica tentebbe una nuova offensiva verso il Mediterraneo, potendo così coinvolgere in modo più netto anche il nostro Paese. Nel periodo compreso tra mercoledì 12 e lunedì 17, sarebbero così compiuti dei passi in avanti verso l'avanzamento stagionale che faciliterebbe le prime più convinte nevicate sulle regioni settentrionali a quote prossime i 1000 metri, nuove occasioni per pioggia riguarderebbero non solo il nord, ma anche i settori centrali e meridionali italiani.

Un'occhiata al tempo atteso a cavallo tra la seconda e la terza decade di novembre, pone l'accento sull'aumento della pressione che potrebbe interessare i settori occidentali dell'Europa, avviando a livello continentale un raffreddamento della temperatura per opera di masse d'aria artica.

Ricordiamo a tutti i lettori che, trattandosi di previsioni a LUNGO TERMINE, quest'ultime sono suscettibili di variazioni anche sensibili. L'affidabilità è generalmente bassa, ma una persistenza verso un certo tipo o un'altro tipo di scenario, può esser utile a tracciare una linea di tendenza che resterà comunque LONTANA da una vera e propria previsione.


 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.38: A1 Milano-Bologna

catene snow

Prevista neve nel tratto compreso tra Milano-Allacciamento Raccordo P.Le Corvetto-Tangenziale Est e..…

h 13.37: A25 Torano-Pescara

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Celano (Km. 101,3) e Sulmona-Pratola Peligna (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum