Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Focus Capodanno: cosa dovremo aspettarci per la notte di San Silvestro?

Uno sguardo alle condizioni atmosferiche previste in Italia ed in Europa avvalendoci dell'ultimo aggiornamento del modello americano.

In primo piano - 21 Dicembre 2015, ore 17.00

Ormai da diverse settimane i settori meridionali d'Europa e naturalmente anche il bacino del Mediterraneo, risultano interessati da una vistosa figura di alta pressione che determina tempo stabile su quasi tutte le nostre regioni. La presenza dei massimi anticiclonici allungati lungo i paralleli sul Mediterraneo, agevolano la persistenza di una debole risacca sud-occidentale della ventilazione che accumula spesso e volentieri addensamenti nuvolosi lungo i versanti sopravvento dell'Appennino. Questa nuvolosità interessa quindi soprattutto i versanti tirrenici del nostro Paese, associata occasionalmente a qualche pioviggine/pioggerella. 

A cavallo tra la festività di Natale e la notte di San Silvestro, una vistosa onda di calore, la prima di questo inverno, proverà a portare un po' di scompiglio nella circolazione generale atmosferica in ambito europeo ma i risultati ancora una volta potrebbero dimostrarsi modesti; l'intrusione di calore dovrà infatti fare ancora i conti con la straordinaria potenza della spinta zonale che quest'anno emula in tutto e per tutto certe dinamiche che hanno reso celebri le infauste annate invernali degli anni 90'. 

L'azione di disturbo diretta al Vortice Polare potrebbe quindi concretizzarsi in una posizione più orientale rispetto quanto preventivato con gli aggiornamenti di appena 24 ore fa. Tale "spostamento ad est" della dinamica meridiana, trarrebbe origine proprio dall'energica spinta offerta dal flusso zonale oceanico che vanificherebbe la possibilità d'avere un'attiva onda di calore sull'oceano Atlantico, l'unico stratagemma che sarebbe davvero in grado di ribaltare le carte in tavola sullo scacchiere europeo entro la fine dell'anno. 

Entro la fine del 2015 tale dinamica sarà comunque in grado di operare un'azione di disturbo a carico del Vortice Polare, la prima vera azione di disturbo le cui mosse successive saranno da monitorare con attenzione. 

Per quanto riguarda il periodo attorno Capodanno, purtroppo le novità saranno ancora scarse: riteniamo piuttosto probabile la persistenza di una figura anticiclonica sul Mediterraneo, in questo frangente però, l'alta pressione potrebbe collocare i propri massimi al suolo in posizione leggermente più settentrionale, regalando qualche giornata di cielo sereno anche lungo i versanti tirrenici, con la ventilazione che potrebbe ruotare debolmente dai quadranti settentrionali. Le perturbazioni atlantiche scorrerebbero solo oltre il 50° grado di latitudine nord, senza interessarci. Valori termici che sarebbero ancora piuttosto miti. Mancherebbe la neve sino a quote elevate sulle Alpi. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.33: A26 Genova-Gravellona Toce

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Arona (Km. 165,5) e Svincolo Ss33 Del Sempione (Km. 197,1) in..…

h 03.18: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Bologna Borgo Panigale (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum