Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Flessione termica dalla prossima settimana, poi una svolta piovosa?

Nuova flessione delle temperature dalla prossima settimana, salgono le probabilità di pioggia al nord nel lungo termine.

In primo piano - 22 Marzo 2019, ore 21.30

Un nuovo, potente anticiclone governa il tempo del nostro continente, portando con sè un aumento delle temperature che in queste ore si fa sentire soprattutto sulle regioni dell'Italia settentrionale, laddove nella giornata odierna è stata varcata la soglia dei +20°C su diverse località. Nel fine settimana ormai imminente, le temperature saranno destinate ancora a salire soprattutto al nord ed al centro, picchi di tepore sino a +21°C/+23°C saranno possibili lungo la costa tirrenica e sulle località della Valpadana. Su quest'ultimo settore, l'apice assoluto della mitezza primaverile è atteso domenica 24 marzo.

Domenica 24 marzo sono previste temperature massime particolarmente elevate nelle zone interne del centro e del nord: 

Lo sviluppo successivo degli eventi appare ormai chiaro e riporterà sul Mediterraneo una nuova diminuzione delle temperature ad opera di venti più freschi nord-orientali. Una nuova fase di tempo instabile viene prevista lungo i versanti adriatici centrali e meridionali nella parte conclusiva di marzo. Alcuni modelli ipotizzano un vero e proprio distacco di una "goccia" d'aria fredda sul Mediterraneo, dalla posizione ancora molto incerta. Al momento l'ipotesi più probabile è che questo frammento d'aria più fredda, possa collocarsi sul Mediterraneo orientale, dando il via ad una lunga sequenza di giornate instabili per le regioni del Mezzogiorno. 

Martedì 26 marzo il modello europeo ipotizza l'isolamento di una "goccia" d'aria più fredda sul Mediterraneo, foriera ancora di tempo incerto sulle regioni del centro e soprattutto del sud: 


Almeno sino al termine di marzo, sulle regioni settentrionali non sono previste precipitazioni significative. Su questi settori le correnti avranno una provenienza di tipo settentrionale oppure nord-orientale che prolungheranno oltremodo una condizione di tempo secco e siccitoso, spesso anche ventoso (attenzione agli incendi). 

Per queste regioni una via di uscita potrebbe arrivare nella prima decade di aprile; il modello europeo ipotizza infatti un allontamento del cuore caldo e stabile dell'alta pressione verso l'oceano Atlantico. Ne potrebbe derivare finalmente un abbassamento della pressione atmosferica su Francia e Penisola Iberica, evento precursore ad una possibile evoluzione in chiave piovosa sulle regioni dell'Italia settentrionale (da confermare). 

Lunedì primo aprile, la previsione ENSEMBLE del modello europeo ECMWF, ipotizza la dissipazione del forte anticiclone sull'Europa occidentale. Al suo posto una circolazione di tipo depressionario, associata a condizioni atmosferiche più instabili anche al nord:



Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum