Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fiume d'aria mite sull'Europa!

La cupola anticiclonica in netta affermazione nei prossimi giorni sull'Europa centro-meridionale faciliterà lo scorrimento di una massa di aria mite sul proprio bordo settentrionale. Ripercussioni dalle Alpi alla Lapponia!

In primo piano - 13 Dicembre 2006, ore 10.15

In prima pagina abbiamo accennato ai clamorosi sviluppi che la netta affermazione dell'anticiclone sull'Europa centro-meridionale potrà avere nei prossimi giorni sul tempo del Vecchio Continente. La figura barica, ben strutturata a tutte le quote, si snoderà verso levante, piazzando i propri massimi pressori giusto in corrispondenza dell'arco alpino prima e dell'Europa orientale poi, segno evidente del suo vigoroso slancio verso est. La conseguenza più lampante di questa "migrazione" sarà l'affermazione di un canale di aria mite che scorrerà alle quote medie e che raggiungerà latitudini decisamente settentrionali, senza disdegnare tuttavia i paralleli più a sud, come quelli che incontrano la barriera alpina. E tanta sarà l'energia messa in gioco dall'affermazione dell'anticiclone, che la massa d'aria mite riuscirà a guadagnare anche le regioni più remote del continente europeo, come il Caucaso, gli Urali meridionali ed il Mar Caspio. Un'azione da manuale, insomma, di quelle non solite a vedersi tutti i giorni, e che avrà delle ripercussioni importanti sul tempo di mezza Europa. Tanto per cominciare, assisteremo al confinamento oltre il Circolo Polare Artico di un inverno che sembrerà improvvisamente impotente di fronte allo strapotere della cellula anticiclonica. Quindi, prenderemo atto dell'affermazione di temperature decisamente superiori alla media del periodo su tutta l'Europa continentale, specie in quota. L'inversione termica, favorita dal ristagno atmosferico, garantirà comunque temperature rigide al mattino in pianura e nelle valli. L'esempio più lampante arriverà dalle Alpi, dove nelle giornate di giovedi e venerdi sono attesi valori assolutamente primaverili sin dalle quote medie, mentre a valle farà più freddo, specie al primo mattino, complici foschie dense e nebbie in banchi. Intanto, in Scandinavia continua il trend di temperature superiori alla norma. E anche nel paese di Babbo Natale, a due passi da Circolo Polare Artico, la neve sembra essere diventato un caro ricordo. Scherzo del destino, il 25 dicembre a Babbo Natale potrebbe non servire la slitta...

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum