Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fine settimana: dove arriverà la neve? Modelli a confronto

Notevole scontro di masse d'aria con appuntamento sul suolo italiano nel prossimo week-end. La situazione simulata dai vari modelli risulta quanto mai intricata. Abbiamo provato a interpretarla con la nostra esperienza giungendo alla conclusione che arriverà la neve su diverse regioni. Ecco una prima sintesi.

In primo piano - 19 Febbraio 2013, ore 12.24

 La battaglia all'ultima isobara è già in pieno svolgimento. I vari centri di calcolo stanno lavorando duramente per assicurarsi l'esclusiva su questo difficile appuntamento con piogge e nevicate. Il prossimo fine settimana vedrà il cuore di questo guasto. L'inserimento di un vortice atlantico, laddove sarà già in azione il nucleo freddo arrivato dalla Russia, complicherà non poco le condizioni meteo su tutta l'Italia.

In questo approfondimento però vogliamo limitarci a capire dove arriverà la neve, il passo sicuramente più difficile, dato il delicato stato di cose. In casi come questi, poter contare su una modellistica a griglia molto fine, ovvero ad altissima risoluzione, sarebbe determinante nell'individuare l'eventuale posizione dei minimi di pressione a microscala e quindi nell'arrivare ad un quadro sufficientemente affidabile della previsione. Non potendo, ecco subentrare l'esperienza e l'abilità del singolo previsore.

Allora, dove potrebbe arrivare questa neve tra sabato e domenica? 

Sabato mattina pausa tra due perturbazioni, cui seguirà un rapido e generale peggioramento dal pomeriggio. La neve cadrà abbondante lungo tutta la dorsale dell'Appennino e potrebbe riuscire a raggiungere a tratti anche i fondovalle e le zone pianeggianti su est Emilia, Romagna, nord Marche, nord Umbria e relativi settori di confine con la Toscana, salvo poi salire rapidamente di quota procedendo verso sud. In serata possibile estensione delle nevicate a tutta l'Emilia Romagna, alla pianura lombarda, al basso Veneto e, a quote collinari, alla Liguria e al Friuli Venezia Giulia.

Domenica la perturbazione si accartoccerà attorno al minimo di pressione, con il ramo occluso che ricoprirà il nord, mentre un impulso freddo post-frontale viaggerà alla volta del centro e del sud. Ne risulterà la possibilità di deboli nevicate su pianura lombarda, Piemonte, Valle d'Aosta, entroterra ligure, Emilia, Trentino, Alto Adige e Friuli.

Per il centro e il sud menzioniamo la possibilità di nevicate fin verso i 400-600 metri su entroterra toscano, Umbria, Lazio e Sardegna. Al meridione l'avvezione di aria decisamente più mite relegherà il limite delle nevicate alle quote più elevate dell'Appennino, con particolare riferimento al tratto campano e molisano. Spesso asciutto sul resto del sud.

Quando è affidabile questo quadro? Attualmente intorno al 50-55%. Nei prossimi aggiornamenti questa percentuale salirà progressivamente ma vi saranno ancora margini di incertezza fino a ridosso dell'evento. Non vi rimane che seguirci con paziente assiduità. 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum