Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fine mese e inizio febbraio pirotecnici: anche NEVE in programma!

Maltempo a più riprese sull'Italia in un contesto di spiccata variabilità, a tratti perturbata.

In primo piano - 22 Gennaio 2019, ore 09.11

La fase di maltempo che stanno sperimentando diverse regioni e che colpirà quasi tutta l'Italia dalla giornata di mercoledì 23 gennaio, sarebbe solo l'antipasto di molte altre scorribande perturbate che arriveranno a turbare l'equilibrio relativamente stabile che aveva trovato il tempo sul nostro Paese.

L'alta pressione non sarà più una nemica delle precipitazioni, anzi si offrirà come una sorta di "tapis roulant" ad accompagnare i vari vortici depressionari in arrivo dall'Atlantico, facendoli tuffare direttamente nel Mediterraneo.

Succederà probabilmente già tra domenica 27 e lunedì 28, quando una nuova saccatura ci raggiungerà da nord, determinando la formazione di un minimo depressionario in movimento dal settentrione verso il centro Italia e poi le regioni adriatiche.

Durante questo transito saranno possibili nevicate a quote molto basse dapprima sull'Emilia-Romagna, basso Veneto, poi su Umbria, Toscana interna, Marche, poi Abruzzo e Lazio interno, prima di determinarne altre a quote collinari su Molise, Lucania, Puglia, Campania interna e Calabria.

Il tutto accompagnato da venti sostenuti che favoriranno, al calare della loro intensità, anche notevoli raffreddamenti notturni su gran parte del Paese.

Dopo questo passaggi, che peraltro persisteranno sino a mercoledì 30, eccone uno più occidentale tra giovedì 31 e venerdì 1 febbraio, che dovrebbe instaurare un flusso ben diverso di correnti, cioè di Libeccio e Ostro, portando anche ad un risucchio di aria fredda dall'est europeo sulle nostre regioni settentrionali, ove pertanto, come segnalato già ieri, potrebbero verificarsi occasioni per nevicate sino in pianura, in particolare ad ovest.
 
Potrebbe essere solo l'inizio di un'ulteriore modifica dell'assetto barico sull'Europa, sul quale però è prudente non sbilanciarsi troppo anzitempo. In ogni caso per ora, almeno sino al 5-6 febbraio il modello americano rinnova la tendenza perturbata.

ATTENDIBILITA':
medio alta 65-70% quella relativa all'instabilità atmosferica prevista
bassa: 35% rispetto alla posizione esatta dei minimi depressionari
media: 55% rispetto alla possibilità di nevicate a quote anche molto basse. 



 


Autore : Team di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum