Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fase perturbata di febbraio: confermata ma con qualche lieve variazione

Pur essendo confermata nelle sue linee generali, quest'oggi la previsione del modello americano, mette in risalto degli affondi perturbati (in particolare quello di domenica 7 e lunedì 8) lievemente meno incisivi rispetto quanto preventivato negli aggiornamenti di ieri, sabato 30 gennaio. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

In primo piano - 31 Gennaio 2016, ore 15.40

Quest'oggi si amplifica un po' la forbice previsionale tra quanto ipotizzato dal centro di calcolo europeo e quanto viene invece ipotizzato dalla controparte americana. Vogliamo sin da subito sottolineare come ambo le linee di tendenza, mettano in risalto un'attenuazione graduale dell'alta pressione sul Mediterraneo, tuttavia con effetti dai risultati un po' diversi tra le due previsioni. Le differenze riguardano soprattutto il passaggio perturbato previsto sull'Europa tra domenica 7 e lunedì 8 febbraio 

Soprattutto il modello americano, mette in evidenza un posticipo di almeno 24 ore nell'evoluzione generale della figura di bassa pressione sul Mediterraneo, con un picco ideale del maltempo che si verificherebbe nella giornata di lunedì 8 febbraio. Cambia anche l'aspetto e "la forma" della saccatura che sarebbe leggermente meno pronunciata rispetto quanto preventivato nelle previsioni di qualche giorno fa.

Scendendo nel dettaglio della previsione "Ensemble Spaghetti", vengono ancora evidenziate delle precipitazioni nel compreso tra sabato 6 e martedì 9 febbraio. Cambierebbe tuttavia la disposizione dei massimi precipitativi che quest'oggi appaiono spostati soprattutto verso le regioni centrali tirreniche.

La disposizione delle correnti a media ed alta quota che sarebbe infatti di tipo occidentale piuttosto che meridionale e questo sarebbe forse l'effetto collaterale più eclatante portato di una saccatura che, come anticipato, sarebbe più morbida e meno spigolosa, attivando sul nostro Paese un richiamo di venti meridionali meno incisivo rispetto quanto preventivato negli scorsi aggiornamenti.

Il quadro termico sarebbe soggetto ad una diminuzione graduale della temperatura, motivato da una maggiore ingerenza fresca ed instabile portata dalle masse d'aria di origine polare-marittima. Il calo della temperatura si farebbe sentire soprattutto al nord, con effetti via via meno eclatanti spostandoci verso le regioni centrali ed il Mezzogiorno d'Italia. 

Seguite tutte le news su Meteolive. 

 

 

 

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.51: A26 Genova-Gravellona Toce

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Di Baveno (Km. 189,9) e Svincolo Di Carpugnino (Km. 181,..…

h 21.50: SS62 Della Cisa

blocco

Chiusura corsia, oggetti su strada a 6,322 km prima di Incrocio Montelungo (Km. 49,6) in direzion..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum