Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fase invernale in arrivo: ecco le tappe della settimana che ci aspetta

Dove pioverà nei prossimi giorni? A quali quote nevicherà? Dove invece il tempo rimarrà asciutto?

In primo piano - 18 Dicembre 2006, ore 11.20

LUNEDI (oggi) NORD - Piogge intense su Polesine, Laguna Veneta ed Emilia Romagna, con temporaneo interessamento del resto della Pianura Padano-Veneta; in serata peggiora anche su Cuneese, mentre le precipitazioni si concentrano sulla fascia pedemontana emiliana e romagnola. Inizialmente coinvolte anche le Alpi Orientali, ma con fenomeni deboli. A secco: Alta Valtellina, Alto Piemonte, Valle d'Aosta, Imperiese. Neve: debole, al più moderata, su Alpi Orientali intorno ai 600-700 metri, in calo sul finire della precipitazione; moderata in serata sul Cuneese, in calo fino a 500 metri; moderata, a tratti intensa, sul versante emiliano-romagnolo dell'Appennino Settentrionale, ma a quote più alte (inizialmente sui 1400 metri, in calo fino a 400 metri in serata). CENTRO - Moderatamente perturbato sulle Marche, con piogge estese anche se non forti; fenomeni intermittenti su litorale abruzzese, Alta Toscana, Arcipelago Toscano, Alto Perugino e Sardegna occidentale. Molto nuvoloso ma tendenzialmente asciutto altrove. Neve: su Marche e Appennino Toscano a quote progressivamente più basse (dai 1200-1400 metri di metà giornata si passerà ai 600-1000 della serata. Sull'Abruzzo (rilievi più orientali), la quota-neve si manterrà saldamente oltre i 1400 metri. SUD - Tempo decisamente perturbato con poche eccezioni. Piogge diffuse, a tratti intense, interesseranno principalmente Salento, Cilento, Calabria jonica e Basilicata. Tendenza a miglioramento sulla Sicilia meridionale. Precipitazioni più sporadiche invece per Molise, alto Foggiano e Casertano. MARTEDI (domani) NORD - Tempo in miglioramento ovunque; ultime incertezze su Cuneese, settore appenninico emiliano-romagnolo e attigua fascia pedemontana. Su queste zone fenomeni in graduale attenuazione, ma quota-neve in calo stante il ribasso termico (fiocchi fino a 400 metri ma localmente anche più basso, specie se misti ad acqua). CENTRO - Tempo ancora moderatamente perturbato su Marche e litorale abruzzese. In mattinata coinvolti anche Perugino, Aretino e versante toscano dell'Appennino Settentrionale. Al pomeriggio peggiora sul Basso Lazio. Instabilità diffusa sulla Sardegna. Quota-neve: 600 metri su Umbria e Toscana, tra 400 e 500 metri sulle Marche, inizialmente a 900 ma in calo fino a 600 sui rilievi più orientali d'Abruzzo. Qualche spruzzata anche sul Gennargentu. SUD - Decisamente perturbato con piogge a tratti intense e persistenti su tutto il litorale tirrenico e sul Crotonese; fenomeni di rilievo anche sul Salento ma in miglioramento; precipitazioni moderate ma continue sul litorale molisano; migliora altrove. A secco: la Sicilia sud-orientale. Quota-neve: in calo da 1200 a 700 metri sul Molise, da 1500 a 1000 sulla Campania, da 1600 a 1100 su Basilicata e da 1600 a 1300 su Calabria e nord-Sicilia. MERCOLEDI NORD - Tempo asciutto ovunque e prevalentemente soleggiato. Ultimi addensamenti limitati alla Romagna. CENTRO - Ultimi disturbi su Marche e Abruzzo con quota-neve assestantesi sui 400-500 metri; fenomeni comunque modesti e tendenti al lento esaurimento. Perturbato su Gallura e Nuorese orientale; in giornata peggiora anche su Sulcis, Ogliastra e Cagliaritano. Fiocchi sparsi sul Gennargentu. SUD - Incertezze su Molise e Calabria; in serata torna a peggiorare sulla Sicilia. Quota-neve: fin sui 500 metri sul Molise, 1000-1200 metri sulla Calabria. GIOVEDI - Modesto peggioramento su Marche, Abruzzo e Molise con nuovi fenomeni, nevosi sino a quote collinari (300 metri). Peggiora anche su Calabria e Sicilia (neve abbondantemente oltre i 1000 metri). Sempre instabile sulla Sardegna sud-orientale. VENERDI - Poche novità, se non un ulteriore calo delle temperature con fiocchi che su Marche, Abruzzo e Molise potrebbe sfiorare il litorale. Ma si tratterà di fenomeni comunque poco significativi. L'evoluzione, comunque, si presenta alquanto incerta; pertanto, raccomandiamo un frequente aggiornamento con le nostre previsioni.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum