Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fa il temporale alle 2 di notte? Dipende anche dalla stagione...

Molti forse non sanno che...

In primo piano - 18 Luglio 2016, ore 09.00

PRIMAVERA: il temporale predilige la terraferma, difficili ma non così rari i temporali marittimi perchè il mare raggiunge proprio il massimo raffreddamento tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. I fenomeni temporaleschi da fronte freddo possono transitare o formarsi in qualsiasi momento della giornata ma prediligono comunque le zone interne e le ore più calde, cioè quelle pomeridiane. La grandine può cadere abbondante ma è generalmente di modeste dimensioni. Sulle Alpi i fenomeni temporaleschi primaverili, specie nelle zone ancora soggette a copertura nevosa, risultano complessivamente rari. Nel caso di un passaggio frontale a carattere freddo si può osservare comunque il cosiddetto temporale nevoso, che spinge il limite della neve ben al di sotto del limite dello zero termico.

I temporali da instabilità atmosferica prediligono la fascia prealpina ed appenninica oltre alle zone pianeggianti limitrofe e colpiscono nelle ore pomeridiane, spegnendosi generalmente dopo il tramonto, ma con qualche eccezione. Anche la terraferma è ancora abbastanza fredda da non consentire la prosecuzione dei fenomeni nel cuore della notte, specie all'inizio della primavera.

ESTATE: il temporale colpisce soprattutto le zone montuose ma qualche marittimo comincia ad osservarsi durante la notte anche sul mare, specie nella seconda parte della stagione. I temporali quando raggiungono le pianure possono risultare molto forti e accompagnati da grandine grossa e raffiche di vento turbolente. I temporali, visto il calore ormai accumulato dalla terra, possono insistere o formarsi anche in piena notte, scendendo magari dalle montagne.

AUTUNNO: i temporali colpiscono soprattutto il mare e le coste, ma senza disdegnare i rilievi e le zone interne del centro-sud, diventano invece molto rari in Valpadana e praticamente assenti sulle zone alpine.

INVERNO: temporali solo al sud, più raramente sulle regioni centrali, quasi assenti al nord, ma con qualche eccezione. I temporali più intensi si formano tra mare aperto e fascia costiera delle regioni meridionali.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.32: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Svincolo Santa Croce Sull'arno (Km. 38) e Svincolo Gello-Bi..…

h 05.18: A27 Mestre-Belluno

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Allacciamento A57 Torino-Trieste/Raccordo Per Tessera e Vittorio Ven..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum