Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Estate o inverno? Gli inverosimili contrasti di questi giorni sull'Appennino Centrale

Reportage fotografico da CAMPO IMPERATORE 3 maggio 2003.

In primo piano - 5 Maggio 2003, ore 11.00

Sembra estate, sul Gran Sasso d'Italia. I tanti turisti sono tutti in t-shirt, il sole scotta come in giugno inoltrato, ed il termometro supera abbondantemente i 20°C. Tutto lascerebbe pensare ad un paesaggio contornato dai classici colori di primavera, ed invece ti volti intorno e t'accorgi che a farla da padrona è ancora la neve, che riveste gran parte delle montagne d'intorno. Il colpo d'occhio è insomma quello di un marzo avanzato, o di una prima metà di aprile a voler essere più generosi. E' quindi facile fare una "media", e rendersi conto tra mille stupori che siamo niente poco di meno che agli inizi di maggio! L'innevamento di fine marzo con le temperature di fine giugno: non è che capiti spesso! Neanche quattro settimane fa questa zona era stata colpita da un repentino e deciso colpo di coda dell'inverno: la temperatura di Campo Imperatore era scesa ad oltre -15°C, ed il wind-chill aveva raggiunto valori siberiani per merito di raffiche di un vento gelido che avevano sfiorato i 160 km/h. Nell'occasione, a Campo Imperatore l'accumulo nevoso del singolo episodio sfiorò il metro. Quella neve ora non c'è più: lo scirocco di questi giorni ne ha cancellato mezzo metro in un sole 96 ore, mentre nelle ultime due settimane la massa nevosa che si è sciolta ha superato i 150 cm. Nella parte bassa della piana di Campo Imperatore sono comparse le prime chiazze di verde, via via più estese con il passare dei giorni. Ad accompagnare il disgelo, le caratteristiche macchie viola del crocus, tipica fioritura che sembra dettare il confine tra l'inverno e la primavera. Nonostante tutto questo, sui monti il manto bianco è ancora pressoché continuo sui versanti esposti a sud oltre i 2000 metri di quota, mentre sui versanti opposti scende addirittura a 1700-1800 metri! Nei canaloni si registrano i maggiori accumuli, che localmente superano i quattro metri anche per via dei continui svalangamenti che hanno accompagnato questa lunga stagione invernale. In quota, su crinali particolarmente battuti dalle precipitazioni, le cornici nevose lasciano intravvedere spessori nevosi di circa dieci metri, a riprova di un innevamento che così abbondante non lo si registrava da almeno 20-25 anni. E, in una situazione del genere, c'è ancora chi scia: a Campo Imperatore gli impianti sono aperti e, se chiuderanno a breve, ciò sarà dovuto esclusivamente a motivi di manutenzione e di ammodernamento degli stessi. Il bollettino della neve, infatti, recita cm 110-250: il doppio di quella presente a Capodanno! Addirittura migliore la situazione sulla Majella, stimata come area montana dove nell'arco della stagione è caduta complessivamente più neve. Il manto bianco è ancora continuo alle quote medio-alte, e nella stazione de La Majelletta si scierà ancora nei week-end di maggio fino a che le condizioni della neve lo permetteranno. Non è che capiti tutti gli anni! E' giusto far notare come una diversa circolazione nei bassi strati relativamente agli ultimi giorni avrebbe di certo aiutato il manto nevoso ad assestarsi ulteriormente e a garantire maggiore longevità a questa stagione; purtroppo lo scirocco ha svolto alla perfezione il proprio compito, senza venir meno alla propria fama, portandoci oltretutto un pezzo d'estate con qualche mese d'anticipo.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum