Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Esordio della mensilità dicembrina ancora con tempo INSTABILE, poi...

Come potrebbe comportarsi la prima settimana del primo mese dell'inverno meteorologico? Cerchiamo di scoprirlo assieme, mettendo a confronto quelle che sono le linee di tendenza più probabili messe in luce dai modelli.

In primo piano - 28 Novembre 2019, ore 17.25

Nel brevissimo termine, uno degli elementi senza dubbio di maggiore interesse, riguarda il raffreddamento delle temperature portato da una massa d'aria artica, prevista in piccola parte raggiungere anche l'Europa centrale ed occidentale, con una riduzione del quadro termico generale. Di riflesso questa diminuzione della temperatura, si farà sentire tra sabato 30 e domenica primo dicembre, anche sulle regioni del nord Italia. Il weekend a cavallo tra il termine di novembre e l'esordio di dicembre, sarà accompagnato dal passaggio di una nuova perturbazione con precipitazioni soprattutto versanti tirrenici e le isole maggiori, incluso anche il nord Italia.

La circolazione atmosferica prevista sull'Europa nei prossimi giorni, sarà scandita da un flusso di correnti mediamente più occidentali, associate al passaggio di perturbazioni che potrebbero interessare soprattutto le latitudini del centro e del nord Europa, dove il tempo tenderà ad acquistare caratteristiche di grande variabilità ma le temperature risulteranno piuttosto temperate. Addentrandoci quindi nella prima decade di dicembre, l'ulteriore rinforzo nella velocità dei venti occidentali, porterà la probabile distensione di una fascia di alta pressione dall'oceano Atlantico verso l'Europa centrale. Ecco la previsione sulle anomalie di geopotenziale alla quota di 500hpa (circa 5500 metri) previste dal modello americano nel pomeriggio di lunedì 2 dicembre:

Sull'Europa centrale, il tempo potrebbe risultare più stabile e soleggiato, con temperature portate nuovamente al rialzo. Questa zona di tempo stabile, portata dalla distensione anticiclonica azzorriana, potrebbe interessare anche le regioni del nord Italia, mentre invece spostandoci verso il centro ed il sud, questi settori vivrebbero gli effetti indotti dalla persistenza di una depressione associata ad annuvolamenti e precipitazioni. Le temperature risulterebbero ovunque molto miti. Ecco la previsione del modello americano GFS, riferita a martedì 3 dicembre:

 
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum