Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Entriamo nel vivo dell'ondata fredda: quali zone potrebbero ammantarsi di bianco nei prossimi giorni?

Ultima giornata stabile e soleggiata. Da giovedì si entrerà nel vivo di questa ondata di freddo. Ecco dove potrebbe nevicare.

In primo piano - 18 Marzo 2009, ore 11.35

Non fatevi ingannare dalle apparenze! Il caldo sole che brilla oggi (mercoledì) su tutta la nostra Penisola non è destinato a durare. A spegnere la lampadina primaverile ci penseranno correnti fredde da nord-est, che scaturiranno da uno spostamento più ad ovest dell'alta pressione. Giovedì avremo la "preparazione", mentre venerdì e sabato la fase più acuta di questo episodio. Già giovedì il gran sereno sull'Italia sarà un ricordo. Su molte regioni del centro-sud, l'incipiente arrivo dell'aria fredda verrà "fiutata" dall'atmosfera, che diverrà irrequieta soprattutto nel pomeriggio. Inizialmente si tratterà di rovesci o temporali, con la neve che resterà confinata attorno ai 1000-1200 metri. Il "travaso" freddo vero e proprio inizierà nella notte su venerdì. Oltre a manifestarsi con un rinforzo del vento ed un calo termico, la quota neve tenderà a calare progressivamente. Nella notte tra giovedì e la prima mattinata di venerdì qualche nevicata interverrà sull'Emilia Romagna sopra i 300-400 metri. 600 metri nelle zone interne della Toscana, sull'Umbria, sulle Marche ed in Abruzzo, in calo a 400 metri nella mattinata di venerdi. Spruzzate di neve fugaci anche sull'Appennino Ligure e le Alpi Marittime sopra i 600 metri. Più alta la quota neve sul Lazio e sulla Sardegna, attorno agli 800-900 metri. Nel corso della giornata di venerdì cessazione dei fenomeni al nord, sulla Toscana, sull'Umbria e sul Lazio. Quota neve in calo tra Marche e Abruzzo fin sui 200-300 metri, 400 metri sul Molise, 600 metri sulla Puglia. Sabato sarà probabilmente la giornata più fredda. Qualche nevicata sarà ancora presente tra Marche e Abruzzo sopra i 200 metri, occasionalmente fin sui litorali; 300-400 metri la quota neve sul Molise e la Puglia Garganica; 600-800 metri sul restante meridione. Domenica ultime nevicate al mattino sulla Calabria e la Sicilia settentrionale sopra i 700-800 metri, in via di attenuazione. Su tutte le altre regioni cessazione delle eventuali precipitazioni e rialzo termico.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum