Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

EMILIA ROMAGNA bianca martedì?

La regione risulta la favorita nei riguardi del peggioramento nevoso in vista per martedì al nord. Eccovi tutti i dettagli.

In primo piano - 25 Gennaio 2010, ore 11.25

E' l'anno dell'Emilia Romagna. Anche in questo frangente, come successo già altre volte nell'arco dell'inverno in corso, la nostra bella regione, anello di congiunzione tra l'industriosa val Padana e la Riviera del divertiumento estivo, si troverà in prima fila ad accogliere la neve che la perturbazione attesa per domani, martedì 26, è pronta a dispensare. L'Emilia Romagna, regione climaticamente controversa, difficile, proprio per la sua varità territoriale, con l'Appennino da una parte, il mare dall'altra e nel mezzo la grande pianura. Questo non fa altro che complicare ulteriormente una previsione già di per sè non facile, ma proprio per questo, ancor più accattivante da pronosticare e che in questo approfondimento vi offriamo in anteprima nei dettagli. Allora, una perturbazione, in vero non particolarmente cattiva, sfilerà martedì tra la Sardegna e le nostre regioni centro-settentrionali; si tratterà di una linea frontale leggermente ondulata il cui ramo caldo si occuperà in mattinata di Toscana ed Emilia Romagna appunto. Tutto farà capo ad un profondo minimo di pressione al suolo in viaggio tra Algeria e Tunisia, un minimo di largo respiro capace di abbracciare tutto il nostro Paese. La sovrapposizione di miti umide sud-occidentali che scorreranno alle quote medio-alte sopra un afflusso freddo da nord-est presente nei bassi strati, costruirà una nuvolosità stratificata compatta; è quel ramo caldo cui accennavamo poc'anzi, quello che si renderà responsabile di una prima debole passata nevosa nella prima parte del giorno. Si tratterà di qualche sfiocchettata possibile fino al piano, ma più probabile a ridosso della zona pedemontana e appenninica emiliana. In mattinata il Piacentino potrebbe però rimnanere ai margini, con scarsa probabilità di precipitazioni e qualche schiarita non esclusa. Dal primo pomeriggio, poco prima che il fronte lasci la nostra regione, subentrerà un secondo corpo nuvoloso, il settore occluso del sistema frontale. Questo si piegherà sotto la spinta deformante di un nuovo minimo di pressione che subentrerà in quota d'oltralpe, portandosi sulla verticale della val Padana. Proprio l'azione di questo corpo nuvoloso, unitamente all'effetto sbarramento prodotto sull'Appennino dalle correnti nord-orientali sempre tese sulla regione, favorirà un nuovo infittimento delle precipitazioni. La neve imbiancherà dunque l'Emilia fino in pianura, con le precipitazioni più continue tra Parmense e Modenese. Neve probabile anche nel triangolo Bologna-Imola-Ferrara, mentre verso le coste della Romagna la precipitazione andrà sfumando trasformandosi progressivamente in pioggia, anche se a tratti mista a neve. Il fenomeno nevoso risulterà comunque meno probabile sul Riminese.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum