Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Emergenza Lombardia: troppa acqua nei grandi laghi, il punto della situazione

I forti temporali che si sono verificati i giorni scorsi lungo la fascia alpina e prealpina, hanno provocato parecchi disagi soprattutto in Lombardia, dove la portata dei corsi d'acqua è cresciuta notevolemente ed il livello dei grandi laghi ha raggiunto altezze eccezionali.

In primo piano - 14 Giugno 2019, ore 11.40

Durante il periodo estivo, lo sviluppo di un blocking anticiclonico sull'Europa orientale, può impedire alle circolazioni instabili oceaniche di avanzare verso il continente. In queste situazioni un territorio come l'Italia risulta spesso protagonista di intensi episodi di maltempo che poggiano radici da un lato nel grande flusso di correnti meridionali che prende vita lungo il lato ascendente di una saccatura solitamente arroccata sull'Europa occidentale, dall'altro nel contrasto tra due grandi masse d'aria (in questo caso africana ed atlantica) che sfocia nello sviluppo di forti temporali

La persistenza di questi temporali lungo la fascia alpina e prealpina è stata favorita dal cosiddetto 'effetto stau' che si verifica quando una massa d'aria instabile si trova a confrontarsi con la presenza di un rilievo montuoso, cercando di superarlo.

I forti temporali che i giorni scorsi hanno interessato l'alta Lombardia, hanno portato un enorme contributo di acqua dolce nei grandi laghi del nord Italia. All'inizio della stagione estiva stiamo vivendo una situazione opposta rispetto a quella che abbiamo vissuto la scorsa primavera, dove la siccità dell'inverno e dell'autunno, aveva portato gravi deficit nell'approvigionamento idrico delle regioni settentrionali.

In questo momento della stagione, i grandi laghi sono tutti sopra la media stagionale, il Lago Maggiore mostra un riempimento pari al 111,4%, il Lago di Como con un riempimento pari a 105,3%, quest'ultimo ha raggiunto la tracimazione. Il Lago Iseo ed il Lago di Garda hanno sfiorato i massimi storici e sono al limite della capacità.

Questi dati arrivano dall'Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), sottolineando una situazione che richiede attenzione. Nuove precipitazioni potrebbero accrescere di molto il rischio idrogeologico per le località ubicate nelle vicinanze di questi grandi invasi.

Sono quantità d'acqua davvero considerevoli che traggono origine nelle forti precipitazioni temporalesche che si sono abbattute nell'ultima settimana lungo le Alpi e le Prealpi lombarde, con accumuli anche di molto superiori ai 100 mm. A testimonianza di quanto queste precipitazioni siano state localizzate, il fiume Po non sembra risentire di un'altrettanta abbondanza d'acqua, il livello anche qui è cresciuto ma senza destare preoccupazione.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum