Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ecco perchè il freddo stenta ad arrivare sull'Italia

L'alta pressione resta troppo invadente; fin tanto che non si sposterà, il freddo da noi non potrà mai arrivare con decisione.

In primo piano - 5 Dicembre 2013, ore 11.29

Un forte anticiclone dominerà la scena sull'Europa centro-occidentale per alcuni giorni ( l'analisi è prevista per la giornata di sabato 7 dicembre).

Come si può notare dalle frecce, l'anticiclone in questione è alimentato da aria molto calda proveniente dalle basse latitudini. Essa diverge dal centro dell'alta pressione verso la sua periferia ed è il carburante del nostro anticiclone.

L'aria calda è più leggera di quella fredda e tende perciò a salire. Ciò consentirà inversioni termiche nei prossimi giorni, soprattutto in vicinanza dei massimi di pressione. Nebbie e gelate saranno quindi possibili sulle pianure del nord di notte e al mattino, sormontate da temperature più miti alle quote superiori.

Dalla figura si nota come le frecce rosse si spingano molto a nord. Conseguentemente, l'aria di ritorno da quel settore non può essere molto fredda in quanto deriva in parte dall'aria calda che sale sul bordo occidentale dell'anticiclone (frecce gialle)L'aria fredda, infine, è relegata all'est europeo dove è presente un nocciolo freddo ( freccia bianca).

Con una situazione siffatta, come potrebbe arrivare il freddo da noi? La prima possibilità, poco gettonata dai modelli, sarebbe lo spostamento del cuore caldo anticiclonico verso l'Atlantico e il conseguente avvicinamento del nocciolo freddo da est: ciò aprirebbe un corridoio di correnti settentrionali sull'Italia non più derivanti dalla rotazione oraria indotta dall'alta pressione.

Un altro stragemma potrebbe essere l'interruzione del flusso caldo dalle basse latitudini ( la radice sub-tropicale) che mantiene in vita la dinamicità dell'anticiclone; ciò potrebbe avvenire con la creazione di una bassa pressione tra l'Iberia e il Vicino Atlantico che costringerebbe l'anticiclone a salire di latitudine. Le correnti fredde, sfruttando il fianco meridionale della struttura stabilizzante, arriverebbero sull'Italia da est, confluendo poi nella depressione posta più ad ovest.

Questa seconda possibilità è al momento tenuta in vita solo dal modello canadese (http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/il-modello-canadese-rilancia-ancora-bomba-bianca-gelida-sull-italia-entro-santa-lucia-/44182/)


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.17: A14 Diramazione Per Ravenna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Bagnacavallo e Svincolo Di Ravenna - S.Vitale (Km. 26,5) in dir..…

h 02.05: A2 Autostrada del Mediterraneo

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra 121 m dopo Svincolo Falerna-Lamezia Terme (Km. 304) e 18,082 km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum