Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ecco come ci piomberà addosso il freddo...

Ancora incertezze sulla traiettoria della saccatura e sulle sue conseguenze.

In primo piano - 1 Settembre 2007, ore 09.29

Ancora non siamo in grado di dirvi con certezza quale sarà l'esatta traiettoria della saccatura e dove andrà a collocarsi il vortice depressionario da essa generato. In sostanza ci è chiaro che si manifesterà una netta crisi stagionale, è altrettanto chiaro che tutto il Paese sarà coinvolto da correnti decisamente fresche per non dire fredde tra mercoledì 5 e venerdì 7 ma ci è difficile capire o meglio credere che i minimi depressionari si collocheranno proprio lì dove le carte li pongono. Una traslazione verso ponente di tutta la figura depressionaria anche di soli 100-150km avrebbe effetti ben diversi con l'aria fredda che entrerebbe sparata lungo la valle del Rodano e con conseguente invorticamento nei pressi del Golfo ligure. Nella situazione attualmente proposta, che risulta comunque la più probabile invece il minimo in quota si formerà tra alto e medio Adriatico e quello al suolo tra Slovenia, Austria ed Ungheria. Al momento dunque le precipitazioni dovrebbero interessare le seguenti zone: -nord-est (brevi ma intense con grandine e neve sui rilievi oltre i 1800m) -centro-sud, specie l'Adriatico (dove i temporali risulterebbero anche violenti) Il vento: al SUOLO soffierà ovunque intenso, di Tramontana sul nord-ovest e la Sardegna, (foehneggiato in Valpadana), di grecale sulle altre regioni da moderato a forte. in QUOTA le correnti proverranno da WNW o poi da nord, solo al sud manterranno una piega da WSW. Le temperature: caleranno ovunque soprattutto sul settore alpino ed appenninico portandosi anche 7-8°C sotto le medie. La neve: spruzzate sono attese sulle Alpi orientali oltre i 1700-1800m, più abbondanti i fenomeni sui versanti esteri (austriaci, sloveni, Alpi dinariche) oltre i 1500-1800m. In Appennino qualche spruzzata sul Gran Sasso, la Majella, Vettore, Velino e LaMeta. Comunque mancano ancora 4 giorni all'evento, decisamente troppi in una situazione così complessa per delineare con certezza l'evoluzione.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum