Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

E se il 2014 diventasse l'anno più caldo di sempre in Europa?

Il freddo si è dimenticato del Continente, anche adesso che potrebbe cercare di colmare gli scarti termici tra le latitudini e con Africa e anche il Nino in agguato, la situazione potrebbe farsi preoccupante sul fronte del caldo.

In primo piano - 11 Marzo 2014, ore 09.47

Inverno mite, primavera più calda del normale, estate bollente. Il ragionamento potrebbe anche non fare una grinza, nel senso che il grande freddo che si è accumulato sul Polo durante la stagione fredda ha accuratamente evitato l'Europa, accanendosi sul settore orientale degli States. 

E' pur vero che le proiezioni stagionali depongono ancora per un aprile molto instabile, ma non certamente molto più freddo del normale, mentre il maggio dovrebbe risultare termicamente prossimo alla media ma ancora un po' instabile.

Francamente però si tratta di proiezioni, che pur tenendo conto di molte variabili, forse non attribuiscono il giusto peso a mari più caldi della norma, temperature eccezionalmente miti sin da ora sulla terraferma e scarsa propensione dell'aria fredda presente nell'aria artica a muoversi verso sud, in netta controtendenza con quanto si verificò lo scorso anno.

In un simile contesto sembra più facile dunque che la stagione prenda una piega calda anticipata e la porti avanti durante il trimestre estivo, in coincidenza di una ormai fisiologica risalita verso nord dell'anticiclone africano, in linea con lo spostamento verso latitudini più settentrionali della cella di Hadley.

Inoltre la possibilità che si manifesti il fenomeno dell'Enso+, vale a dire de "il bambinello", nell'area oceanica del Pacifico, con un episodio di moderata intensità, potrebbe avere conseguenze importanti anche sul Vecchio Continente, proprio durante l'estate, con un sensibile rafforzamento della cintura anticiclonica azzorriana, in connubio con quella subtropicale.

In altre parole il Mediterraneo potrebbe diventare un brodo che, come già ampiamente ricordato con diversi editoriali durante la stagione invernale, potrebbe esplodere alla prima incursioni di aria fredda, partorendo temporali mostruosi e rovinosi.

Se nella terza decade di marzo andasse a vuoto l'affondo depressionario previsto (ma oggi ridimensionato) sull'Europa centrale e mediterranea, la stagione potrebbe prendere una piega ulteriormente mite, per non dire calda...

Lo spettro dell'estate 2003 aleggia dunque sul Continente? Fare questi paragoni è abbastanza inutile, ma sensibilizzare sulla possibilità che il 2014 possa risultare almeno sino all'inizio dell'autunno tra gli anni più caldi di sempre sull'insieme del Continente crediamo sia importante.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.31: A6 Torino-Savona

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Fossano (Km. 49,3) e Ceva (Km. 81) in entrambe le direzioni dall..…

h 00.19: A1 Firenze-Roma

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Fabro (Km. 428) e Orvieto (Km. 451,4) in d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum