Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

E la PIOGGIA divenne NEVE... fiocchi qua e là in arrivo nella notte su venerdì sulle zone interne del centro

Una nuova perturbazione transiterà tra la sera di giovedì e la notte su venerdì al centro e al sud, determinando una discreta dose di precipitazioni. Limite delle nevicate in calo fin verso i 600 metri su Toscana, Umbria e Marche.

In primo piano - 2 Dicembre 2010, ore 10.06

Dopo il nord, anche il centro avrà giustamente la sua prima cronaca invernale, pur con le dovute proporzioni e gli opportuni distinguo. Tutto farà capo all'approssimarsi di una nuova perturbazione da ovest collegata alla longeva struttura depressionaria che da diversi giorni punta il suo asse tra il Polo e l'Europa centro-occidentale.

Il corpo nuvoloso, guidato da uno strappo della Corrente a Getto, si porterà velocemente dalla penisola Iberica verso la Sardegna, dove nel pomeriggio di oggi, giovedì, darà luogo ai primi rovesci. La quota neve tenderà a calare portandosi dai 1200-1300 metri della sera fino agli 800-900 metri della notte su venerdì, allorquando le precipitazioni però inizieranno a calare, soprattutto sui settori orientali dell'Isola.

Sempre nel pomeriggio le nubi aumenteranno rapidamente anche sulle regioni peninsulari. Come impatto iniziale potrà verificarsi qualche temporale marittimo o costiero su Toscana, Lazio e nord Campania. A seguire sarà il limite delle nevicate ad assumere maggiore importanza.

Questo perchè l'aria fredda che segue e alimenta il sistema frontale riuscirà a portare in nottata i fiocchi fino a quote mediamente prossime a 600 metri sulla Toscana, mentre sul versante emiliano-romagnolo dell'Appennino si potrà avere qualche spruzzata anche fino a 300-500 metri.

Montagne e colline imbiancate nella notte anche su Marche ed Umbria. Nel dettaglio possiamo prevedere che per la prima regione i fiocchi cadranno fino a 800 metri su entroterra pesarese e anconetano, e per la seconda su Egubino e Perugino. Sugli altri settori delle stesse regioni il limite si attesterà invece inizialmente  intorno a 1200 metri, per poi calare nella seconda parte della notte tra 800 e 1000 metri. 

Progressivamente più alto il limite delle nevicate man mano che si procede verso sud. Il Lazio e l'Abruzzo dovranno aspettarsi il grosso delle precipitazioni nevose al di sopra dei 1400 metri, salvo un calo nella seconda parte della notte che potrà regalare qualche fiocco anche a quote prossime ai 1000-1100 metri. Si tratterà comunque di comparse sporadiche conseguenti a specifiche condizioni microclimatiche locali.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum