Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Due perturbazioni previste sull'Italia nei prossimi giorni: ecco cosa dovremo aspettarci

Una nuova circolazione di bassa pressione si sviluppa proprio in queste ore sui settori di basso Mediterraneo, distribuendo delle piogge che interessano già in questo momento la Sardegna. Tra domenica pomeriggio e lunedì mattina un ampio fronte nuvoloso raggiungerà anche una buona fetta del nostro territorio, accompagnato da alcune precipitazioni. Una seconda perturbazione è attesa sull'Italia anche tra martedì e mercoledì.

In primo piano - 25 Maggio 2019, ore 21.20

Aumentano le temperature sul nostro Paese, rispetto ai giorni scorsi la colonnina di mercurio fa alcuni passi in avanti verso valori più elevati ma l'instabilità continua a rimanere protagonista indiscussa della scena. Al centro ed al sud le frange di nubi stratificate medio-alte, portate da una depressione basso mediterranea, determinano precipitazioni attive soprattutto sulle due isole maggiori, al nord il soleggiamento di fine maggio porta allo sviluppo di nubi cumuliformi associate all'arrivo di temporali sparsi che interessano anche le zone di Pianura Padana. Nelle prossime ore il fronte nuvoloso che si sta organizzando sul basso Mediterraneo, avvolgerà con le sue spire una grossa fetta del nostro territorio. Ecco la previsione della nuvolosità calcolata dal modello europeo per le ore serali di domani, domenica 26 maggio:


Questa perturbazione porterà piogge soprattutto sulle regioni italiane centrali e meridionali tra domenica pomeriggio e lunedì mattina. In gran parte si tratterà di precipitazioni moderate ma diffuse che si svilupperanno attorno ad un minimo di bassa pressione che è previsto approfondirsi sui settori di basso Tirreno. La Sardegna potrebbe risultare la regione più colpita, piogge residue riusciranno a spingersi anche su parte del nord. Ecco la previsione della pioggia calcolata dal modello europeo per lunedì mattina. Abbiamo evidenziato anche la posizione del minimo di pressione al suolo nelle ore centrali di lunedì, mentre le piogge si riferiscono alle 24 ore precedenti:


A poco tempo di distanza, una seconda perturbazione è prevista raggiungere le regioni del nord e parte di quelle centrali tra martedì e mercoledì. Questa volta il corpo nuvoloso avrà origini ben più fredde e trasporterà nel suo grembo, masse d'aria polari-marittime. Una nuova fase temporalesca è prevista al nord tra il pomeriggio di martedì e la mattinata di mercoledì, i temporali saranno accompagnati da un abbassamento della temperatura. Giovedì e venerdì qualche fenomeno di instabilità potrebbe raggiungere anche il Mezzogiorno. Ecco la previsione del modello europeo UKMO riferita a martedì 28



 

Una fase relativamente più stabile è prevista dai modelli nelle lunghe distanze previsionali, riferendoci quindi al mese esordiente di giugno, il primo che segna l'inizio della cosiddetta 'estate meteorologica' ma ci sarà tempo per parlarne. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum