Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dove pioverà nei prossimi giorni? Spiamo le mosse della corrente a getto

Il grande fiume di vento d'alta quota è il tracciante delle situazioni piovose più intense e dei temporali. Nei prossimi giorni la troveremo a più riprese sui cieli delle nostre regioni settentrionali

In primo piano - 7 Aprile 2008, ore 10.26

Il tempo sta cambiando, anzi il tempo è già cambiato. Le correnti nord-orientali che hanno spazzato per gran parte della scorsa settimana le nostre regioni centro-meridionali hanno lasciato il posto ad un flusso esattamente contrario. Artefice di questo cambio circolatorio l'affondo di una circolazione depressionaria lungo le sponde orientali dell'Atlantico che sta sospingendo aria molto fredda fino alle porte della penisola Iberica. La Natura cerca sempre un metodo di compensazione e per quanto riguarda l'atmosfera questo compito è garantito dalle correnti a getto. Proprio questo impetuoso vento d'alta quota sarà protagonista dei prossimi giorni sulle nostre regioni settentrionali. In particolare saranno due i fattori da tenere in considerazione: 1) Il getto sorvolerà queste zone provenendo da sud-ovest (quindi con il suo ramo ascendente, quello più perturbato). 2) Il core, ossia il suo nucleo di massima velocità, compirà un aaccelerazione proprio sulla verticale delle regioni medesime. Morale la forza d'inerzia farà fuoriuscire dalla traiettoria una certa quantità d'aria dal flusso prinicipale creando un vuoto in altitudine (divergenza). La Natura colmerà il vuoto aspirando aria dal basso e determinando dunque le condizioni ideali per correnti verticali che costruiranno imponenti masse nuvolose. Dove? Tra mercoledi e venerdi prossimi tale fenomeno si verificherà appunto sulle regioni settentrionali. L'aria umida che affluirà nei bassi strati provenendo da sud-est e potrà caricare ulteriormente l'aria di umidità la quale determinerà una situazione di sbarramento sui versanti sud-alpini. Ergo proprio su questi settori si verificheranno le precipitazioni più frequenti, localmente anche a carattere temporalesco. Maggiormente interessata la fascia prealpina ma anche la Liguria, dove l'Appennino si prenderà carico dell'umidità proveniente dal mare. Per effetto del fenomeno denominato "retroazione dinamica" le masse nuvolose bloccate dalle montagne si propagheranno anche alla adiacente pianura Padana, soprattutto sui settori a nord del Po determinando qua e là alcuni rovesci. Venerdi probabilmente coinvolta anche l'alta Toscana e forse i settori nord del Lazio.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum