Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

DOPPIO ATTACCO all'alta pressione la prossima settimana!

Vedremo se questa volta la stagione invernale riuscirà a decollare!

In primo piano - 5 Gennaio 2007, ore 11.07

Ci siamo? Eh no...troppa grazia!! Sarebbe bello poter ritenere l'alta pressione SPACCIATA una volta per tutte, a scapito di scenari invernali sul nostro Paese; la situazione va tenuta ampiamente sotto controllo, prima di poter cantare vittoria. Vittoria di che? Semplice! Vittoria per un ritorno alla normalità invernale, che per il momento non si è ancora vista sulla nostra Penisola. Non stiamo certo parlando di un'ondata di freddo memorabile, ma solo di un po' di neve a quote giuste, magari con qualche minima sottozero. Dunque, l'alta pressione cederà o no? Diciamo che nel corso della settimana prossima subirà molti attacchi ad opera della correnti nord atlantiche, ma non abbiamo al momento i mezzi per dire se il "mostro" uscirà di scena in maniera definitiva oppure se tornerà ad opprimerci anche nella seconda metà del mese in corso! A metà della settimana prossima, una perturbazione più audace tenterà la "missione impossibile", ovvero quella di penetrare nel Mediterraneo creando una sorta di "buco" barico ad ovest della Penisola Italiana. L'impresa sarà davvero ardua. In pratica sarebbe come sgominare una fortezza ben guarnita con una fionda! L'alta pressione farà di tutto per impedire ciò, ma dai modelli oggi a nostra disposizione traspare un cauto ottimismo. Il fronte che dovrebbe penetrare nel Mediterraneo il giorno 10 potrebbe creare una fenditura, una ferita, una crepa nel tessuto dell'alta pressione. La struttura stabilizzante, di conseguenza, potrebbe essere minata proprio nella sua roccaforte. La mancata coerenza del tessuto anticiclonico sul Mediterraneo potrebbe fungere da esca, da richiamo per altre discese di aria instabile dal nord Atlantico. In poche parole, le saccature che scenderanno da nord ovest potrebbero scegliere la suddetta ferita ed usarla come "porta" per il tanto travagliato ingresso sul Mare Nostrum. Questo stratagemma ha dato spesso buoni risultati in passato, nell'eterna lotta contro lo strapotere dell'alta pressione! E se lo stratagemma non dovesse funzionare? Beh, se l'alta pressione con un colpo di mano ( anzi, molto meno!) decidesse di chiudere anzitempo la ferita, i fronti successivi sarebbero costretti a muoversi a nord delle Alpi...e tutto il progetto sarebbe vanificato in un colpo solo. Proprio per questo si raccomanda ancora prudenza! Nei prossimi giorni tutta la "storia" sarà a noi più chiara. Speriamo davvero che non si tratti della solita messa in scena, ma che qualcosa possa realmente cambiare!

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum