Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo Ferragosto: rinfrescata si o rinfrescata no?

Prosegue la danza delle incertezze per il periodo post-ferragostano, anche se si delinea una situazione predisposta potenzialmente ad attivare una perturbazione atlantica con mire anche italiane.

In primo piano - 11 Agosto 2009, ore 09.30

La fabbrica del tempo non va in ferie. La perenne diatriba tra la banda degli anticicloni e le incursioni del vortice polare rimangono un capitolo aperto anche quando ci troviamo spaparanzati sulle roventi sabbie delle nostre spiagge dove il tempo, quello meteorologico, sembra improvvisamente fermarsi. E invece lassù sul vicino Atlantico si stanno compiendo in queste ore gli ultimi accorgimenti tattici che porteranno alla soluzione della questione post-ferragostana che vede contrapposti da una parte l'alta pressione delle Azzorre e dall'altra un nocciolo depressionario imperniato sul Regno Unito. L'analisi degli indici teleconnettivi non ci viene incontro nel dipanare la matassa, tuttavia le nostre carte stanno giungendo ad una soluzione che, stringendo il cerchio, ci propone due ipotesi preponderanti sulle quali focalizzare le nostre attenzioni. La prima prevede per il 16-17 agosto l'inserimento di una saccatura piuttosto spigolosa dal nord Atlantico verso il Mediterraneo occidentale attraverso Francia e Spagna. L'angolazione delle correnti sembrerebbe favorevole alla strutturazione di un sistema frontale che in quei giorni potrebbe puntare l'Italia con l'intento di attraversarla in toto. La passata temporalesca associata interesserebbe in modo particolare le regioni centro-settentrionali e forse le meridionali adriatiche, introducendo una massa d'aria fresca di estrazione polare marittima con successiva ripresa dell'estate ma con toni più delicati, a parte un'ultima puntata iniziale dei termometri verso l'alto sulle nostre regioni meridionali. L'ipotesi suddetta può contare su un buon 55-60% di probabilità di successo. La seconda vedrebbe invece sfilare verso la Scandinavia il nucleo depressionario britannico con eventuale rapida passata di fenomeni solo sulle Alpi e con effetti marginali non oltre il catino padano. A seguire alta pressione delle Azzorre distesa lungo i paralleli a deviare gli impulsi freschi atlantici, permettendo il prosieguo di un'estate dalle tinte mediterranee senza alcun segnale di rottura. Ipotesi al momento contemplata al 40-45%. Nei prossimi aggiornamenti stringeremo ulteriormente il cerchio per fornirvi con tempestività tutti gli aggiustamenti del caso.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum