Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dopo El Niño arriverà la Niña? Quali gli effetti sull'Italia?

Abbiamo vissuto gli effetti di un Niño molto potente, i cui effetti non si sono ancora attenuati. Ora tutti pensano che possa intervenire un episodio opposto, ma ci vorrà tempo. Intanto...

In primo piano - 4 Aprile 2016, ore 09.29

L'intensa fase di ENSO positivo, definita El Niño, sta volgendo al termine, ma sotto la superficie del tratto del Pacifico interessato dal fenomeno il segno dell’anomalia è ancora ampiamente positivo.

Molto calore dovrà dunque ancora essere dissipato nel corso delle prossime settimane, oppure esso dovrà traslare verso ovest in concomitanza con il ritorno degli Alisei.

Affinché accada questo è necessaria una ridistribuzione barica in atmosfera che inverta i centri di bassa ed alta pressione. Nessuno è ancora in grado di dire se saranno prima gli alisei ad intervenire riportando alla normalità la situazione o un riequilibrio termico prettamente marino dovuto alla riemersione delle acque di profondità.

Le simulazioni non sono certe su chi farà la prima mossa, ma risultano sicure sul seguito: pare che a seguito di questo episodio di Niño, entrerà in scena la bambinella, a patto però che tutto si realizzi entro fine giugno; se invece il processo di riassestamento termico marino e pressorio atmosferico dovesse rallentare per qualche motivo, l'episodio di Niña potrebbe anche non attivarsi subito, con il Pacifico pronto a vivere una fase di neutralità in "santa pace".

Chiaro che con un caldo del genere in circolazione, anche il 2016, almeno sino a settembre, non potrà che far segnare nuovi valori termici da record sparsi per il mondo, anche se le anomalie tenderanno gradualmente a rientrare con il trascorrere del tempo.

Tutti sono preoccupati per un'eventuale estate ESTREMA nel Mediterraneo, che per la verità può ormai tranquillamente realizzarsi in qualsiasi condizione, visto che l'anticiclone africano ormai è presente un anno si e l'altro anche, indipendentemente dal fenomeno ENSO.

A dettarne i tempi di risalita qui entra in gioco il Monsone dell'Africa occidentale, molto più "birichino" del Niño; dunque si può facilmente affermare che anche l'estate 2016 potrà risultare calda nel Mediterraneo, seppure non necessariamente bollente.

Quanto al prossimo autunno è altrettanto facile prevedere che possa risultare decisamente più piovoso di quello del 2015, che è stato secchissimo, mentre una previsione per l'inverno basata solo sull'Enso, oltretutto in potenziale fase di neutralità o di Nina, è attualmente del tutto impossibile da fornire e nemmeno da ipotizzare.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.43: A16 Napoli-Canosa

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Vallata (Km. 104,2) in entrambe..…

h 05.42: A1 Roma-Napoli

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Frosinone (Km. 623,8) e Barriera Di Napoli Nord (Km. 739,7) in en..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum